22 dicembre 2016. Per il sessantesimo di Sacerdozio

Posted on Gennaio 5, 2017

Exemple

22 dicembre 2016. Per il sessantesimo di Sacerdozio


Sono contento, anzi commosso, di poter innalzare, con voi,
un inno di ringraziamento al Signore,
per il dono d’avermi chiamato al Sacerdozio,
per questi 60 anni e per la Grazia che li ha accompagnati.

Vorrei, nella porzione della vita che mi resta,
poter vivere in letizia come in queste giornate.

Vorrei continuare a distribuire i doni
che l’Amore di Dio ci offre, nella Sua bontà.

Vorrei rimanere contento e sereno…

Pregate perché mi si possa dire, allora:
“perché temere quando per tanto tempo

le tue mani hanno offerto sull’altare
il pane ed il vino diventati Corpo e Sangue di Cristo…?

e quando le tue labbra hanno proclamato, continuamente,
la Sua Parola nella chiesa, nella scuola, nelle case…?

e quando hai benedetto l’amore degli sposi
fattosi immagine sacramentale
dell’amore di Cristo per la Sua Chiesa?

Perché temere quando, nel segreto dialogo delle coscienze,
hai distribuito il perdono della Croce
ed hai accompagnato un cammino…?

E quando, con Olio di santità, hai unto le membra di chi gemeva
sotto il torchio del dolore umano…?

Perché temere quando, tramite le tue mani,
torrenti di carità fraterna hanno raggiunto e accarezzato
la vita disperata degli ultimi…?

E quando hai avuto il dono di immergere nell’acqua e nella luce,
centinaia di creature che chiedevano di iniziare la nuova vita
nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo?…

Perché… perché temere allora?
Vieni Signore Gesù.!…

error: Content is protected !!