L’Attesa (Ilaria)

Exemple

L’Attesa (Ilaria)


Preghiera,
che trovi echi in passati digiuni,
sei un’Attesa.
Come litania,
risuoni in nota mancante.

Mancanza che brucia
il petto, il braccio, il polso
nella parte sinistra accorata.
Di Madre.

In caduta libera,
improvviso,
sei canto che si libra e resiste
nell’acuto vortice dell’assenza.

Signore!
ti prego con questa preghiera senz’aria.
Soffia su di me!
Donami l’operosità,
per fare ogni giorno
qualcosa che resta.

 

error: Content is protected !!