Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa VI domenica dopo il Martirio di San Giovanni: Isaia 45,20-24; Salmo 64; Efesini 2,5c-13; Matteo 20,1-16

Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa VI domenica dopo il Martirio di San Giovanni: Isaia 45,20-24; Salmo 64; Efesini 2,5c-13; Matteo 20,1-16


Preghiamo insieme e diciamo: Tu sei buono, Signore!

Tu ci inviti, Signore, a non misurare la tua bontà con i nostri schemi.
Donaci un cuore grande, capace di amare senza misura,
capace di lasciarsi sorprendere anche da chi arriva, apparentemente, per ultimo;
un cuore capace di donare con gioia e senza lasciarsi intorpidire dai calcoli umani.
Ti preghiamo: Tu sei buono, Signore!

Tu insegni, Signore, che i tuoi progetti non sono i nostri
e che le tue vie non sono le nostre vie.
Aiutaci a ricercare solo la tua giustizia,
aiutaci a lasciarci sorprendere dalla tua parola,
aiutaci a non sviare gli occhi da te, nella vana affermazione delle nostre idee.
Ti preghiamo: Tu sei buono, Signore!

Tu ci vuoi, Signore, capaci di gioire insieme con chi gioisce.
Ti chiediamo perdono per le nostre indifferenze e per i nostri egoismi.
Sostieni i nostri passi incerti,
aiutaci ad adeguarli a quelli del fratello e della sorella che ci camminano accanto.
Ti preghiamo: Tu sei buono, Signore!

Tu, Signore, ti sei rivelato ai piccoli e ai poveri,
rafforza il nostro desiderio di incontrarti,
sciogli la durezza del nostro cuore e donaci lo sguardo della fede
Ti preghiamo: Tu sei buono, Signore!

La nostra Chiesa vive la gioia della canonizzazione di Papa Paolo VI.
Ricordando gli anni della sua presenza tra noi, come Vescovo,
preghiamo perché le nostre comunità riscoprano il primato del culto reso a Dio,
sorgente della carità fraterna e fonte di ogni autentica vocazione cristiana,
e siano luogo d’incontro di coloro che hanno a cuore il destino dell’uomo.
Ti preghiamo: Tu sei buono, Signore!