Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa V domenica dopo il Martirio di San Giovanni: Deuteronomio 6,1-9; Salmo 118; Romani 13,8-14a; Luca 10,25-37

Exemple

Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa V domenica dopo il Martirio di San Giovanni: Deuteronomio 6,1-9; Salmo 118; Romani 13,8-14a; Luca 10,25-37


Preghiamo insieme e diciamo: Donaci, Padre, il tuo Spirito d’amore!

Signore Dio, il tuo Figlio Gesù non ha legato la salvezza a una pratica religiosa.
Ci ha insegnato che saremo salvi
se ci lasceremo trasportare dalla tua tenera compassione.
Preghiamo: Donaci, Padre, il tuo Spirito d’amore!

Signore Dio, i tuoi comandi e i tuoi decreti non sono astratti e lontani.
Sono scritti dentro le lingue dei popoli,
sono scritti dentro il cuore di ogni uomo e di ogni donna.
Fa’ che impariamo a tacere: per ascoltare la tua voce!
Preghiamo: Donaci, Padre, il tuo Spirito d’amore!

Signore Dio, la Parola ci invita a non “passare oltre”:
liberaci dalla fretta religiosa
che pretende di dare risposte e soluzioni senza prima aver ascoltato,
liberaci dalla nostra fretta quotidiana che non ci permette più di fermarci.
Preghiamo: Donaci, Padre, il tuo Spirito d’amore!

Signore Dio, davanti alle tragedie dell’umanità
anche noi sfuggiamo per non vedere,
troviamo pretesti per non guardare in faccia la realtà.
Fa’ che ci ribelliamo a chi vuole mistificare la verità.
Fa’ che prendiamo coscienza dei problemi reali.
Preghiamo: Donaci, Padre, il tuo Spirito d’amore!

Signore Dio, Gesù ha celebrato il gesto del samaritano,
l’uomo considerato eretico e irregolare.
Noi oggi ti ringraziamo per quanti, giudicati “non credenti” o “irregolari”,
sono pronti a fermarsi davanti a chi chiede aiuto,
senza alcuna arroganza e senza pretendere nulla.
Preghiamo: Donaci, Padre, il tuo Spirito d’amore!