Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa quarta Domenica dopo il martirio di san Giovanni il Precursore

Exemple

Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa quarta Domenica dopo il martirio di san Giovanni il Precursore


Preghiamo insieme e diciamo: Tu ascolti il povero che invoca, Signore!

Signore Dio: noi ci nutriamo di Gesù, il pane disceso dal cielo.
In lui noi riconosciamo che tu non ci hai abbandonati
alla nostra fame e alle nostre povertà.
In lui noi comprendiamo che tu sazi il nostro bisogno di infinito.
Preghiamo: Tu ascolti il povero che invoca, Signore!

Signore Dio: noi adoriamo Gesù, pane di vita eterna.
E così tu ci chiedi di non venir mai meno alla vita;
tu ci vuoi più attenti, più appassionati alla vita di tutti,
tu ci chiedi di vivere in pienezza e di sostenere la vita di chi ci sta accanto.
Preghiamo: Tu ascolti il povero che invoca, Signore!

Signore Dio, liberaci dall’inganno
di ridurre l’eucaristia a un semplice mangiare il tuo pane.
É la tua vita, sono i tuoi pensieri, i tuoi amori che devono trovare posto in noi.
Preghiamo: Tu ascolti il povero che invoca, Signore!

Signore Dio, tu ascolti il lamento di uomini e donne
che, come Elia, gridano: “Ora basta, Signore, prendi la mia vita”.
Incoraggia quanti credono in te, a diventare il loro sostegno,
perché, come il tuo angelo, sollevino chi è nell’angoscia e nella stanchezza.
Preghiamo: Tu ascolti il povero che invoca, Signore!

Signore Dio, in Gesù pane disceso dal cielo,
tu ci insegni che la salvezza non sta nell’innalzarci,
ma nel chinarci sulle sofferenze dell’umanità.
Ti affidiamo i nuovi Diaconi della nostra Chiesa milanese.
Siano uomini di coraggio evangelico capaci di costruire una società nuova,
aperta alla partecipazione e alla fraternità universale
Preghiamo: Tu ascolti il povero che invoca, Signore!