Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa penultima Domenica dopo l’Epifania

Exemple

Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa penultima Domenica dopo l’Epifania


Preghiamo insieme e diciamo: Il tuo amore è per sempre, Signore!

Signore Dio, ti affidiamo la Chiesa che convochi nell’Eucaristia.
Il nostro invocare il tuo nome sia supplica per la dignità di ogni vita umana,
sia invito ad accoglierla sempre, ad accompagnarla verso la sua pienezza.
Preghiamo: Il tuo amore è per sempre, Signore!

Signore Dio, ti affidiamo la nostra Comunità.
Nonostante l’esempio luminoso di Gesù noi fatichiamo
nell’accogliere i non credenti,
nell’essere vicini a chi consideriamo diverso o irregolare.
Il tuo Spirito ci aiuti ad essere segno non di condanna ma di misericordia.
Preghiamo: Il tuo amore è per sempre, Signore!

Signore Dio, ti affidiamo la nostra vita di cristiani.
Tu ogni giorno ci chiami e attendi che, come Matteo ci alziamo e ti seguiamo.
Il tuo Spirito sia liberazione da ciò che ancora ci trattiene al “banco delle imposte”.
Ci salvi dalla schiavitù dell’ambizione, del denaro, della sete di potere.
Preghiamo: Il tuo amore è per sempre, Signore!

Signore Dio, ti affidiamo questa nostra società,
imprigionata nel primato del vendere e comprare,
nella ferrea rigidità delle sue leggi economiche.
Il tuo Spirito l’aiuti a rialzarsi
come un giorno rialzasti Matteo dal banco delle imposte.
Preghiamo: Il tuo amore è per sempre, Signore!

Signore Dio, ti affidiamo quanti non osano alzare a te lo sguardo.
Il tuo Spirito ci doni di avere per tutti lo stesso tuo sguardo:
capace di leggere nel profondo del cuore umano
e di risuscitare in tutti la speranza di una vera dignità.
Preghiamo: Il tuo amore è per sempre, Signore!

error: Content is protected !!