Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa ottava Domenica dopo Pentecoste

Exemple

Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa ottava Domenica dopo Pentecoste


Preghiamo insieme e diciamo: Parla, Signore, i tuoi servi ti ascoltano!

Signore Dio, gli apostoli che Gesù chiama sono semplici ed umili pescatori. Noi ti affidiamo la Chiesa, chiamata a diffondere il tuo Vangelo nella terra intera. Tu l’hai affidata a donne e uomini fragili e inermi. Il tuo Spirito la renda sempre fedele alla vera missione, al di là di ogni tiepidezza e di ogni smarrimento.
Preghiamo: Parla, Signore, i tuoi servi ti ascoltano!

Signore Dio, gli apostoli sono stati chiamati durante l’impegno del lavoro. Noi ti affidiamo gli uomini e le donne che hanno in mano le sorti del mondo. Il tuo Spirito li sostenga nel promuovere la dignità di chi lavora e nel tutelare il diritto al riposo e alla pace. Davanti alle preoccupazioni per la produttività e la finanza siano capaci di scelte di giustizia ed equità.
Preghiamo: Parla, Signore, i tuoi servi ti ascoltano!

Signore Dio, noi spesso sperimentiamo la fatica e la penosità del lavoro. Noi ti affidiamo quanti, uomini e donne e bambini, sono soggetti ad un lavoro disumanizzante e vivono nella schiavitù. Il tuo Spirito sostenga l’opera di chi, al di là di ogni appartenenza, si opera e soffre per la loro liberazione e il loro riscatto.
Preghiamo: Parla, Signore, i tuoi servi ti ascoltano!

Signore Dio, gli apostoli sono chiamati per stare con Gesù in vera comunione. Noi ti affidiamo la nostra Comunità parrocchiale e tutte le nostre famiglie, piccole Chiese domestiche. Il tuo Spirito le guidi ad una autentica celebrazione dell’Eucaristia che sostenga il quotidiano pregare e faccia capaci di porsi a servizio dell’unità intera, in particolare di quanti soffrono nel corpo e nell’animo.
Preghiamo: Parla, Signore, i tuoi servi ti ascoltano!

error: Content is protected !!