Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa II Domenica dopo l’Epifania

Exemple

Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa II Domenica dopo l’Epifania


Preghiamo insieme e diciamo: Dona gioia, Signore!

Signore Dio, con il segno del vino a un banchetto di nozze,
Gesù si è manifestato messia.
Ti chiediamo per le Chiese cristiana e per il Popolo ebraico,
pur nella considerazione delle reciproche differenze,
un vero cammino per abolire pregiudizi e costruire rispetto,
senza far mancare mai delicatezza di sentimenti e profondità di relazioni.
Ti preghiamo: Dona gioia, Signore!

Signore Dio, tu non ci hai creati per vivere soli né per essere abbandonati.
Aiutaci a salvaguardare i nostri affetti dall’abitudine e dall’aridità.
Aiutaci ad alimentare ogni giorno l’intensità delle nostre relazioni.
Ti preghiamo: Dona gioia, Signore!

Signore Dio, Gesù si è manifestato a Cana nel segno della convivialità.
Ti chiediamo per le nostre case la luce degli occhi, la festa dei cuori.
Ti chiediamo per le nostra Comunità la capacità di dialogare sempre,
accogliendo e armonizzando ogni diversità.
Ti preghiamo: Dona gioia, Signore!

Signore Dio, nell’amore di un uomo e di una donna, fin dai tempi antichi,
hai racchiuso una benedizione, una benedizione per tutta la terra.
Fa’ che si moltiplichi, ancora oggi, sulla terra questa benedizione.
Ti preghiamo: Dona gioia, Signore!

Signore Dio, noi pensiamo, oggi, alle terre ferite dalla violenza della natura,
dove manca ciò che dà sicurezza e serenità al cuore.
Tu, a Cana, hai chiamato i servi a collaborare portando l’acqua.
Aiuta anche noi a mettere a disposizione delle popolazioni che soffrono
quel poco che abbiamo, quel poco che siamo.
Ti preghiamo: Dona gioia, Signore!

error: Content is protected !!