Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa II domenica dopo la Dedicazione: Isaia 56,3-7; Salmo 23; Efesini 2,11-22; Luca 14,1a.15-24

Exemple

Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa II domenica dopo la Dedicazione: Isaia 56,3-7; Salmo 23; Efesini 2,11-22; Luca 14,1a.15-24


Preghiamo insieme e diciamo: Tu ci inviti alla festa, Signore!

Tu, Signore, convochi tutti al tuo banchetto di festa, di amicizia,
di libertà e di protezione divina.
Il tuo Spirito ci aiuti a togliere ogni tristezza e scoraggiamento
dalle nostre eucaristie:
ci sostenga per renderle un vero banchetto di gioia, di accoglienza, di lode.
Preghiamo: Tu ci inviti alla festa, Signore!

Tu, Signore, sei consolazione per chi si sente escluso e inutile.
Il tuo Spirito renda la tua Chiesa capace di scorgere delusioni, paure e fatiche
degli uomini e delle donne del nostro tempo.
Ci faccia diventare sostegno, di chi piange e di chi è nella disperazione.
Preghiamo: Tu ci inviti alla festa, Signore!

Tu, Signore, scegli di invitare tutti:
buoni e cattivi possono entrare alla tua mensa.
Il tuo Spirito spenga dal nostro cuore i facili giudizi di condanna,
avvalori ogni tentativo di aprire le nostre porte,
ci faccia gioire per ogni nuovo volto che siede, con noi, alla tua mensa.
Preghiamo: Tu ci inviti alla festa, Signore!

Ti affidiamo, Signore, il nostro mondo diviso,
dove le diversità diventano barriere,
dove la difesa dei beni e delle comodità crea chiusura e sospetto.
Il tuo Spirito ci aiuti a costruire una vera pace
e ci consenta di vivere un’autentica fraternità.
Preghiamo: Tu ci inviti alla festa, Signore!

Ti chiediamo, Signore, di essere liberati dalla tentazione
di comprimere il nostro desiderio nell’orizzonte angusto
dei beni e delle occupazioni terrene.
Il tuo Spirito ci insegni il valore sommo dei volti,
della fraternità e della condivisione.
Preghiamo: Tu ci inviti alla festa, Signore!