Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa dodicesima domenica dopo Pentecoste: Geremia 25,1-13; Salmo 136; Romani 11,25-32; Matteo 10,5b-15

Exemple

Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa dodicesima domenica dopo Pentecoste: Geremia 25,1-13; Salmo 136; Romani 11,25-32; Matteo 10,5b-15


Preghiamo insieme e diciamo: Benedici la terra, Signore!

Signore Dio, noi contempliamo Gesù che manda i discepoli per le strade e le case.
Il tuo Spirito sostenga il cammino della Chiesa
e sempre la liberi dal pericolo di diventare istituzione immobile,
che aspetta l’umanità anziché andare all’incontro con tutti.
Preghiamo: Benedici la terra, Signore!

Signore Dio, a chi vive il ministero apostolico è chiesto di entrare nelle case,
di entrare nella vita, di conoscere le situazioni.
Il tuo Spirito ci impegni, tutti, in un vero apostolato che sappia entrare,
con discrezione e carità, in ogni casa, per cancellare le nostre distanze
e sostenere la vita, le attese e le preoccupazioni di tutti.
Preghiamo: Benedici la terra, Signore!

Signore Dio, ad ogni Comunità cristiana è chiesto di dare testimonianza al Regno
con la semplicità, la sobrietà, la limpidezza della vita.
Il tuo Spirito ci aiuti a rifuggire dalle grandezze mondane, dagli appoggi terreni.
Preghiamo: Benedici la terra, Signore!

Signore Dio, donaci il coraggio del profeta Geremia.
Il tuo Spirito ci sostenga, perché la nostra libertà
non sia mai asservita a nessun potere politico, economico e culturale.
Preghiamo: Benedici la terra, Signore!

Signore Dio, tu ci impegni nell’annuncio della vera pace.
Il tuo Spirito spalanchi i nostri occhi,
perché possiamo scoprire le tante guerre ignorate
che sconvolgono continenti e popoli nell’indifferenza del mondo.
Ci liberi dall’inganno dell’egoismo e della violenza.
Ci renda donne e uomini impegnati nell’arte del dialogo e della pace.
Preghiamo: Benedici la terra, Signore!