Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa quarta Domenica dopo Pentecoste

Exemple

Invocazioni nate dall’ascolto della Parola di Dio in questa quarta Domenica dopo Pentecoste


Preghiamo insieme e diciamo: Salvaci, Signore!

Signore Dio, noi ti affidiamo i giorni di questa nostra umanità.
Il tuo Spirito risvegli in tutti i battezzati il desiderio di Te,
ci educhi a ricercare non le nostre parole, ma la tua Parola,
a realizzare la tua giustizia e non le nostre giustizie, perché da te viene la salvezza.
Ti preghiamo: Salvaci, Signore!

Signore Dio, noi ti affidiamo le nostre strutture, le nostre strade, i nostri sogni:
tutti portano il segno della fragilità, della precarietà, della debolezza umana.
Il tuo Spirito ci aiuti a non fare mai di noi stessi, e dei nostri progetti, un assoluto.
Ti preghiamo: Salvaci, Signore!

Signore Dio, noi ti affidiamo tutti gli eventi che, quotidianamente
giungono nelle nostra case attraverso le notizie e l’informazione.
Spesso le nostre riflessioni e i nostri discorsi rimangono
alla superficie di ciò che accade.
Il tuo Spirito doni luce vera, perché sappiamo riconoscere, con saggezza,
il senso di ciò che sta avvenendo.
Ti preghiamo: Salvaci, Signore!

Signore Dio, noi ti affidiamo il timore che ci assale
quando l’iniquità sembra dilagare sulla terra.
Corriamo il rischio di perdere la nostra vita per volerla salvare senza di te.
Il tuo Spirito ci sostenga perché non venga mai meno la nostra forza
quella che nasce dal porre fiducia soltanto nel tuo amore.
Ti preghiamo: Salvaci, Signore!

Signore Dio, noi ti affidiamo l’impegno per lasciarci guidare dal tuo Spirito:
dove è odio fa’ che seminiamo perdono,
dove è estraneità fa’ che seminiamo rispetto,
dove è fanatismo fa’ che seminiamo dialogo,
dove è rifiuto fa’ che seminiamo accoglienza.
Ti preghiamo: Salvaci, Signore!

error: Content is protected !!