Parole e pietre

Exemple

Parole e pietre


Aveva scagliato, poco prima, parole pesanti come sassi:
Chi di voi è senza peccato getti per primo la pietra contro di lei…
Tutti, davanti alla donna accusata d’adulterio avevano lasciato cadere i sassi,
e se n’erano andati…

E, dopo aver scritto parole segrete per terra, sulla sabbia, Gesù si alzò
e disse parole leggere come un soffio di vento leggero:
Donna, nessuno ti ha condannata? Nemmeno io ti condanno…

A questo punto giunge la Parola che oggi ci è stata donata:
Io sono la luce del mondo…

Non si può dimenticare che – nel suo prologo –
l’evangelista Giovanni l’aveva preannunciato:
la luce splende nelle tenebre e le tenebre non l’hanno vinta…

Perché c’è, sempre, chi corre un rischio orrendo…
Quegli uomini che si definivano “di Dio”, perché conoscevano le norme e le leggi,
non sapevano di essere – loro per primi – dei peccatori graziati…
Quegli uomini, forti della loro supponente giustizia,
stavano per precipitare la donna nelle tenebre della morte,
nelle tenebre del giudizio senza appello,
la tenebra della condanna orgogliosa e supponente…

Tuttavia, la luce era riuscita a risplendere in quelle tenebre di bieca condanna,
e così la donna diventa immagine luminosa,
immagine meravigliosa della Chiesa,
immagine lucente della nuova economia della salvezza…
Una salvezza che noi siamo chiamati ad annunciare
e a testimoniare alle nazioni a partire dalla nostra realtà,
una realtà di peccatori graziati,
una realtà di risorti alla vita nuova nella misericordia divina…

Gesù ribadisce, come più volte ha fatto, di non giudicare nessuno,
mentre i suoi interlocutori giudicano secondo la carne,
con un giudizio, vecchio e sterile, che portava la donna peccatrice,
simbolo dell’intera umanità, verso la morte…

Non ci deve stupire la domanda dei giudei: Dov’è tuo Padre?

Per chi vuole un Dio lontano, inaccessibile e inesorabile
non c’è possibilità di capire…
Oggi, Gesù ci ricorda la straordinarietà della relazione tra Lui e il Padre:
chi vede lui, con tutta la luminosità della sua misericordia,
vede e conosce il Padre, perfetto e misericordioso…

don Enrico