Via Crucis cittadina con l’Arcivescovo

Exemple

Via Crucis cittadina con l’Arcivescovo


L’Arcivescovo chiama la città ad un momento di preghiera con la Via Crucis; le sue parole ricordano il profondo bisogno di stare dentro alla verità di Gesù e contemplarlo, per capire come trasformare se stessi, per avanzare verso la pienezza spirituale di sé in com-unione con gli altri:

“Gesù è diventato uomo, ha attraversato le stagioni e le situazioni dell’essere uomo e
così, essendo Figlio, può insegnare ai fratelli e alle sorelle come si possa diventare figli,
cioè essere salvati con una salvezza eterna.
Ecco perché siamo convocati per celebrare la via crucis: per guardare Cristo sulla croce
e tenendo fisso lo sguardo su di lui, imparare a diventare uomini e donne che si
conformano a lui, l’uomo perfetto”.

 

Appuntamento:

  • Martedì 29 Marzo, ore 21, Parco Chiesa Rossa, via S. Domenico Savio

per la Comunità Santi Profeti il ritrovo di partenza con MM:
ore 20,15 davanti alla Basilica di S. Babila