Restauri. Un aggiornamento dalla Diaconia

Exemple

Restauri. Un aggiornamento dalla Diaconia


Nella scorsa settimana si è riunita la Diaconia della Comunità. Tra i temi discussi, si è dato spazio ad alcune considerazioni sui lavori di restauro e manutenzione negli stabili della Comunità:

> Sono giunti al termine i lavori di rifacimento dell’impianto di riscaldamento e condizionamento del teatro San Babila. Resta solo accantonata una piccola parte di lavoro, poiché è stata rilevata, in una piccola zona del Teatro, la presenza di amianto e questo ha rallentato l’opera di restauro per consentirne lo smaltimento. Resta ormai solo la stesura del nuovo contratto di affitto (in scadenza nel prossimo giugno): appena avremo le risposte alle nostre controproposte, la bozza del contratto verrà sottoposta all’esame del CAEP, per poi essere consegnata all’esame degli organi tutori di Curia.

> I lavori nel campanile di San Francesco di Paola (rifacimento di una parte della scala interna), stanno procedendo speditamente e si presume il termine del restauro entro il Natale.

> Sempre in San Francesco di Paola si sta giungendo alla definizione dell’avvio dei lavori per il restauro dello scalone e del IV piano (spazi comuni e sala “tiepolesca”). I lavori dovrebbero poter iniziare quanto prima.
Si riflette su un possibile uso della “Sala” e, vista la attuale difficoltà di uso di tipo pastorale, si decide di proporla, a fronte di eventuali richieste, in affitto, ma soltanto temporaneo e occasionale. Ci riserviamo di esaminare le eventuali proposte e di procedere nell’approntamento di servizi igienici e di locali di servizio per eventuali possibili attività anche pastorale.

> In Santa Maria della Passione stiamo attendendo la definizione dei lavori di restauro che la Soprintendenza, con fondi del Ministero, ha deciso di attuare autonomamente. Al momento attuale, i lavori che la Soprintendenza vorrebbe realizzare appaiono i seguenti:
– Installazione di un impianto di deumidificazione a onde elettromagnetiche per la basilica (probabilmente sarà a nostro carico l’installazione negli spazi annessi alla chiesa)
– Restauro completo della Cappella di s. Anna e della Cappella del Battistero
-Restauro dell’absidiola della Cappella di Santa Maria della Passione.

> Nella chiesa di Santa Maria della Sanità si fa sempre più urgente l’avvio dei lavori di restauro e conservazione del tetto e della facciata. Si sta attendendo l’esito della presentazione di un bando presso “Banca Intesa” e di una possibile sovvenzione da parte di una impresa di pubblicità (legata al Gruppo di Acquisto Diocesano). È aperta la possibilità di ricercare eventuali sponsorizzatori tra alcuni frequentatori della chiesa.