L’avventura del Regno

Exemple

L’avventura del Regno


Belle ed entusiasmanti le parole di Gesù,
ma anche complesse e non sempre facili da comprendere…
Gesù parla di fiducia in Dio e ci rivela che la nostra vita è nelle mani del Padre,
un Padre che provvede anche agli uccelli dell’aria…
Ma poi parla anche di spada e di separazione,
e tutto questo in nome suo, in nome del Vangelo…

Che dire?
Seguire Gesù e vivere l’avventura del Regno,
non è decisamente una cosa semplice…

La vita ci appare spesso come una realtà in balia di potenti interessi,
di persone forti che sanno organizzare il consenso,
sanno pilotare le decisioni, sanno difendere i propri interessi…

E noi, che vorremmo seguire il Vangelo,
ci sentiamo come inguaribili ingenui,
incapaci di stanare sotterfugi, di smascherare accordi segreti,
di sventare le congiure contro i più deboli…
Perché noi, in fondo, sappiamo bene che, nonostante la cura della provvidenza,
i passeri possono cadere per terra ed essere venduti per un soldo,
e che i capelli, pur essendo contati, possono cadere…

Ma… Non abbiate paura! Così ci ripete Gesù…

Così, noi tutti, piccolo gregge che celebra l’Eucaristia domenicale,
ci sforziamo, nel nostro pregare insieme, di dire, con gioia:
siamo qui, ancora una volta, per decidere di vivere con te, Gesù,
l’avventura del Regno: convinti di essere nelle tue mani,
non in quelle dei potenti…
Perché sappiamo che la storia è guidata da lui, da Gesù,
e non dai personaggi del rumore e delle parole vuote,
sui quali tra poco scenderà la polvere dell’oblio…

Comprendiamo che il pericolo reale non è la sofferenza di un attimo,
né il fallimento apparente di tutto e neppure l’isolamento, l’emarginazione…
Comprendiamo che il pericolo è allontanarsi da Gesù, tradirlo, rinnegarlo,
recidere il legame d’amore che ci tiene uniti a lui…
Questa è l’unica cosa che deve farci, veramente, paura…
Perché se il Padre si prende cura anche dei passeri del cielo,
quanto più saremo preziosi ai tuoi occhi noi, che, ad ogni costo,
abbiamo trovato la forza di seguire l’unica e vera Parola, Gesù…

don Enrico