Un nuovo tempio

Exemple

Un nuovo tempio


L’episodio della cacciata dei venditori del tempio non è la loro condanna:
forse, nelle vendite, facevano un qualche passaggio non del tutto onesto,
ma non erano loro i veri ladri e malfattori…
Infatti, quelli che Gesù vuole coinvolgere, nel suo gesto spettacolare,
sono i grandi responsabili della vita spirituale del suo popolo…
Il clamoroso gesto di Gesù si pone nella grande tradizione dei profeti,
ai quali, spesso, Dio domandava di porre segni profetici per la conversione…

Il testo, infatti, riguarda, il significato profondo
e la vera ragione dell’esistenza del tempio di Gerusalemme…
La Liturgia accompagna, oggi, il testo evangelico a quello del Libro dei re,
dove si narra della nube divina che prende possesso del tempio,
ma è da ricordare che, quando nacque l’ipotesi della costruzione del Tempio,
Dio non si era mostrato del tutto d’accordo con questa idea (2 Samuele 7)…
Quasi Dio presentisse quello che ora Gesù denuncia e condanna…

Gesù, citando Isaia e Geremia, denuncia il degrado e il tradimento della fede,
poiché il culto del tempio era divenuto, via via, motivo di scandalo:
lì, dove si doveva celebrare il grande incontro d’amore tra Dio e il suo popolo,
luogo che doveva essere di supplica e di lode
e, insieme, di pentimento e di perdono, era divenuto una spelonca di ladri,
o, forse, meglio, come dice l’evangelo di Giovanni, un luogo di mercato

Il rapporto tra Dio e il popolo era deviato e ferito dalle regole sacerdotali:
i sacrifici, creati per rendere visibile la relazione di Dio con gli umani,
erano divenuto un mercato, uno scambio, una bottega…
Da ciò che si faceva e da quanto si offriva, ne conseguiva un premio:
e il rapporto puro e profondo con Dio era divenuto un mercato
dove si comperavano perdono, salvezza, e aggiustamento della coscienza…
Cacciare i venditori poneva fine al mercato pseudoreligioso,
e faceva riscoprire la pienezza di un legame d’amore…
Solo Matteo ci narra che, cacciati i venditori c’è un nuovo ingresso nel tempio:
entrano ciechi e storpi che Gesù guarisce….
Ecco il senso di questo luogo d’incontro con Dio:
cercare e ricevere il bene che Egli vuole donare a tutti,
a partire da chi è in condizione più ferita…

Dopo pochi anni il vecchio tempio di Gerusalemme sarà distrutto,
risplenderà soltanto un Tempio nuovo: Gesù stesso!
Quel Gesù che purificherà la storia umana insegnando, nell’evangelo,
che la vera preghiera purificata è sempre unita alla carità verso i poveri…

don Enrico