Restauri in corso. Aggiornamento

Exemple

Restauri in corso. Aggiornamento

Stanno procedendo a pieno ritmo i lavori di restauro della Cappella della Madonna di Caravaggio in Santa Maria della Passione.
Con la partecipazione di un Funzionario della Soprintendenza si è svolta una definitiva riunione di cantiere, nella quale si sono prese importanti decisioni per le modalità di recupero delle parti pittoriche quasi completamente ammalorate e scomparse. Le reintegrazioni nella decorazione saranno effettuate con una tecnica che, giustamente, non dovrà risultare troppo invasiva.
In settimana è stata anche apposta la firma al “contratto di sovvenzione” (ottenuto sui fondi dell’8% degli oneri di urbanizzazione del Comune di Milano) erogato in base ad una Legge della regione Lombardia per la riqualificazione di beni di pubblico interesse.

Cappella Madonna di Caravaggio
avanzamento lavori
Cappella Madonna di Caravaggio
avanzamento lavori

La previsione è che, per la fine dell’estate, il lavoro di restauro pittorico giunga al suo compimento. Inoltre è in fase di sistemazione l’adeguamento dell’impianto elettrico della cappella e la sistemazione dei serramenti che sono stati portati in apposito laboratorio di restauro.

Abbiamo anche fatto richiesta all’Ufficio Diocesano Beni Culturali (e, per suo tramite, alla Soprintendenza) di poter procedere alla pulitura (con un piccolo restauro) del quadro “L’Estasi di Santa Teresa d’Avila”, un dipinto ad olio su tela, di autore anonimo lombardo (del 1650 circa, forse scuola di F. del Cairo) posto in una delle pareti laterali della cappella.

Nel frattempo abbiamo ricevuto l’autorizzazione canonica per la riqualificazione, in San Francesco di Paola dello scalone d’onore, dei corridoi comuni del piano terreno e del salone (dello “sala Tiepolesca”) al quarto piano. È stata, quindi, effettuata la gara d’appaIto e l’assegnazione dei lavori, che inizieranno dopo l’estate.

È imminente l’inizio dei lavori in San Francesco di Paola che riguardano il rifacimento della scala del campanile (il lavoro già autorizzato da tutti gli Enti tutori, era stato rimandato poiché le norme di sicurezza non consentivano l’avvio delle attività dato lo spazio eccessivamente angusto). Si prevede il termine dei lavori entro il tempo dell’estate.

In San Babila, prende l’avvio il rifacimento dell’impianto di condizionamento e riscaldamento della sala Teatro. Ad esso si aggiungeranno l’adeguamento del palcoscenico e lo smantellamento e sostituzione dei lampadari obsoleti e pericolanti.
Viene rimandata a data successiva la ristrutturazione dei bagni del ridotto, della galleria e dei camerini. Viene anche rimandato l’intervento sul generatore di calore della casa canonica (trasformazione da gasolio a metano).

 

Nella tabella, l’indicazione dei costi che la Comunità dovrà affrontare nei prossimi mesi:

Schermata 2021-06-26 alle 09.58.22
CONTENUTI CORRELATI