Consacrati nella verità

Exemple

Consacrati nella verità


Gesù, alza gli occhi al cielo e prega:
prega per i suoi e prega per il futuro della loro comunità, la Chiesa nascente…

La preghiera di Gesù è assolutamente originale nel contenuto,
ma è modellata su uno schema antico,
quello della preghiera ebraica dello Yom kippùr, la festa dell’espiazione:
era il giorno in cui il Sommo Sacerdote compiva l’espiazione,
prima per sé, poi per i sacerdoti e, infine, per l’intera comunità del popolo…
Dopo aver ricordato le trasgressioni di un anno,
l’espiazione ridonava, al popolo di Israele, la riconciliazione con Dio,
e la consapevolezza di essere popolo santo, di Dio, in mezzo agli altri popoli…
Così, anche Gesù, che sta per offrire se stesso, sacerdote e vittima,
prega per sé, per gli apostoli, quelli che nel mondo racconteranno il Vangelo,
e per tutti coloro che crederanno in lui, Chiesa di tutti i tempi…

Al centro della preghiera sta una strana – per noi – richiesta di consacrazione:
Consacrali nella verità! Per loro io consacro me stesso,
perché siano anch’essi consacrati nella verità…
Noi siamo abituati a parlare di consacrazione,
lo facciamo quando contempliamo il pane alzato dopo le parole di Gesù
e quando fissiamo il calice con il vino che è il sangue di Gesù…
Ma essere noi consacrati fa provare stupore e forse incertezza…
In realtà, nel linguaggio biblico, il Consacrato, il Santo è soltanto Dio:
essere consacrati, quindi, vuol dire diventare intimi di Dio,
separati dalle cose comuni e donati totalmente a Dio…
Tuttavia questa consacrazione non è inerte, né statica o puramente contemplativa:
proprio perché donati a Dio, l’essere consacrati vuol dire essere per tutti…

Ogni credente, consacrato da Gesù nella verità,
è chiamato a dedicare la propria vita a testimoniare l’Evangelo di Gesù:
la sua missione di consacrato è la missione stessa di Gesù…
La consacrazione santifica la vita, perché, vivendo l’amore fraterno,
si possa rivelare Gesù ed il Padre…
La consacrazione fa diventare pienamente e perfettamente umani, come Gesù:
Gesù fu tanto umano, come solo Dio può essere umano (Leone Magno)…
La consacrazione spinge a umanizzare la vita umana,
a rinnovarla ogni giorno, nella preghiera e nella costruzione di un mondo giusto,
un mondo bello e santo, secondo le intenzioni del Dio Creatore…
La consacrazione ci fa una cosa sola con Dio, per il mondo,
nel mondo, ma non del mondo: fatica, e gioiosa bellezza, della vita cristiana…

don Enrico