Rendiconto economico della Comunità – anno 2020

Exemple

Rendiconto economico della Comunità – anno 2020


Il Mercoledì 24 Marzo si è radunato il CAEP (Consiglio per gli affari economici) per l’esame del consuntivo economico 2020 della Comunità.

· Balza subito all’occhio la diminuzione delle entrate della “gestione ordinaria” (offerte alle celebrazioni e nelle cassette in chiesa, offerte natalizie, offerte in genere), mentre le uscite (spese di culto, manutenzione ordinaria, retribuzioni ordinarie dei sacerdoti e dei collaboratori, spese per le utenze, assicurazioni) sono sostanzialmente rimaste invariate. Ne consegue un deficit totale di circa € 500.000.

· Ci viene in aiuto per colmare questo deficit la gestione immobiliare degli stabili della Comunità: non riusciamo a chiudere il bilancio in pareggio, poiché abbiamo affitti arretrati non riscossi (€ 180.000) e, in alcuni casi, sembra impossibile che queste somme possano essere recuperate. Si deve tener conto che nel corso di quest’anno abbiamo venduto un appartamento che non era più redditizio, ma il cui cespite è stato di aiuto per ripianare, in parte, il bilancio.

· Sappiamo che le difficoltà amministrative della Comunità hanno preoccupato i frequentatori delle nostre chiese, e dobbiamo ringraziare tutti quei parrocchiani che, volontariamente, e generosamente, hanno voluto essere vicini alla Comunità versando aiuti e contributi. Uno squisito gesto di condivisione che, in modo libero, ha dimostrato affezione ed interesse alla sussistenza della vita comunitaria.

· Anche l’attenzione per le attività caritative è stata davvero grande. Le raccolte di viveri, abbigliamento e (ultimamente) di contributi in denaro hanno avuto una positiva e generosa accoglienza.

Nella terza pagina si possono considerare le opere straordinarie svolte nello scorso anno sui nostri edifici (anche se alcuni vengono a terminare nel 2021 e la loro contabilizzazione non è completa); appaiono anche le opere che ci attendono nel 2021 e quelle, invece, di più lunga programmazione.

Nella quarta pagina vi è l’elenco degli stabili della Comunità. Alcuni sono utilizzati per le attività pastorali (Oratorio, abitazioni di sacerdoti e collaboratori), altri sono posti a reddito (affittanze), altri, invece, sono sfitti.

Proprio questo ci sta preoccupando, perché la crisi economica sta facendo procedere a rilento la ricerca di affittuari. In questo la collaborazione dei parrocchiani potrebbe essere molto utile. Se qualcuno fosse a conoscenza di studi professionali e di varie attività che sono alla ricerca di una nuova sede, può interpellarci e saremo lieti di dare tutti i riferimenti per proporre eventuali possibilità di locazione.


Vai alla pagina per visualizzare tutto il documento >

 

Vai alla pagina per visualizzare tutto il documento >