Celebrazioni Triduo pasquale

Exemple

Celebrazioni Triduo pasquale


Lo scorso mercoledì, la Diaconia della Comunità (insieme con tutti i presbiteri della nostra Comunità e i Padri Serviti della Chiesa di s. Carlo al Corso) si è radunata per organizzare la celebrazione del Triduo pasquale in osservanza delle indicazioni della Conferenza Episcopale Italiana e della nota del Vicario generale della nostra Diocesi.

Così ci suggerisce il Vicario generale, mons. Franco Agnesi:

Allo smarrimento e alla sofferenza che tutti abbiamo sentito l’anno scorso per la mancanza delle celebrazioni liturgiche comunitarie corrisponda quest’anno un rinnovato desiderio di partecipazione ai riti che le comunità, liete e grate, celebrano con fede. […]
In queste settimane che ancora impongono ampi margini di incertezza, risuoni, consolante e impegnativa, la parola dell’Arcivescovo: “Invito ogni comunità a curare le celebrazioni.
Il gruppo liturgico, le corali, il Consiglio pastorale, le diverse tradizioni culturali e abitudini celebrative presenti nella Chiesa dalle genti, tutti possono essere chiamati a contribuire per interpretare e predisporre i segni del convenire, la festosa cornice dell’ambiente, le luci, i profumi, i canti, tutto quello che precede e segue la celebrazione.

Si è scelto, per motivi di capienza e di sicurezza, di svolgere tutte le celebrazioni del Triduo Pasquale nella chiesa di Santa Maria della Passione che, con la capienza di 250 posti, permette di accogliere tutti i partecipanti alle celebrazioni. Per la scelta degli orari si è tenuto presente la necessità di garantire a tutti la possibilità di rientrare nella propria abitazione entro le ore 22.

 

Pertanto, gli orari del Triduo nella chiesa Santa Maria della Passione saranno i seguenti:

· Giovedì Santo – ore 18 – Eucaristia nella Cena del Signore
· Venerdì Santo – ore 15 – Celebrazione della Passione del Signore
· Sabato Santo – ore 19 – Veglia pasquale

 

Anche nella chiesa di San Carlo al Corso vi sarà la celebrazione del Triduo Pasquale:
· Giovedì Santo – ore 18 – Eucaristia nella Cena del Signore
· Venerdì Santo – ore 18 – Celebrazione della Passione del Signore
· Sabato Santo – ore 19 – Veglia pasquale

 

Nella chiesa di Santa Maria della Sanità (celebrazioni in rito antiocheno maronita) vi saranno celebrazioni proprie della tradizione orientale del Triduo Pasquale:
· Giovedì Santo – ore 18.30 – Messa nella Cena del Signore
· Venerdì Santo – ore 18.30 – Suffragio del Cristo
· Sabato Santo – ore 20 – Messa della resurrezione

 

Nelle altre chiese vi saranno altri momenti di preghiera:

· Giovedì Santo pomeriggio: in San Pietro in Gessate preghiera per i ragazzi

· Venerdì Santo: in ogni chiesa (eccetto Santa Maria della Passione) vi sarà una preghiera della Via Crucis in diversi orari della giornata

· Sabato Santo: San Babila, ore 10 – viene introdotta, adottando l’usanza di alcuni paesi dell’Est europeo e di alcune nazioni dell’Asia, una benedizione delle “uova pasquali”: è una para-liturgia, che esprime la festa con canti gioiosi, la lettura della Parola di Dio e l’invocazione della sua benedizione sui bambini e le loro famiglie. È un vero momento Pasquale che anticipa la gioia del Signore Risorto che celebreremo nella notte seguente.

Ovviamente tutte queste decisioni andranno riconfermate nel momento in cui le Autorità competenti avranno stabilito le disposizioni per l’emergenza sanitaria di quei prossimi giorni.