Immersi nel mistero di Gesù

Exemple

Immersi nel mistero di Gesù


Siamo davanti ad un evento che ha scandalizzato le prime Comunità cristiane,
ed è, forse, un peccato che non scandalizzi anche noi…
Scandalo perché questo Gesù, battezzato, ci insinua l’idea di una necessità…
Gesù doveva, forse, progredire in modo nuovo nel suo cammino umano?
Gesù doveva, forse, prendere coscienza della propria identità?
Gesù doveva, forse, capire il compito datogli dal Padre dentro la storia umana?

Il battesimo al Giordano sembra essere la presa di coscienza di tutto questo
e sembra spalancare, nella vita di Gesù, una realtà totalmente nuova,
che lo conduce oltre le frontiere della Galilea, la sua terra,
e lo proietta al di là dei confini di una vita, probabilmente, di buona normalità…
Nello stesso tempo, il rito di Giovanni lo immerge nella folla dei peccatori,
e lo conduce a vivere in pienezza la condizione umana…
Il suo scendere accanto ad ogni essere umano, e conoscerne le debolezze,
è il primo passo perché ogni creatura umana possa salire verso il Padre,
e permettere a tutti l’accesso ai cieli aperti e a conoscere la voce del Padre…

In questa logica di novità battesimale, avviene anche il rovesciamento:
Gesù è tra quelli che seguono il Battista come discepoli,
tuttavia, nella condivisione dell’esistenza con l’umanità peccatrice,
il discepolo, Gesù, si fa più forte del suo maestro e del suo profeta…
Per questo, il Battista annuncia la differenza nella missione:
Giovanni immerge nell’acqua chi confessa il proprio peccato
dichiarando una volontà di conversione…
Gesù sarà colui che immerge l’umanità nello Spirito santo,
nella forza di Dio che spalanca il tempo della salvezza definitiva…

Ma, prima, ed è scandalo, colui che è annunciato come il più forte,
deve essere battezzato e immerso da Giovanni…
Giovanni immerge Gesù nel Giordano, lo sprofonda nelle acque,
profezia di quando Gesù sarà immerso nella morte,
come affogato nell’acqua e poi rialzato al respiro salvatore…
Gesù scende e raggiunge l’infimo dell’esistenza, l’ultimo posto…
Ed ecco lo scandalo dei primi cristiani, che acclamavano Gesù come il Signore,
e sospettavano di questo evento di immersione e abbassamento…
Eppure è nell’abbassamento che avviene, per Gesù, la teofania:
i cieli sono squarciati e lo Spirito scende su di lui,
Gesù realizza, per tutti noi, la piena comunione con Dio,
ristabilisce, in tutti noi, la comunione tra Dio e l’umanità,
e, con tutti noi, vede e vive lo Spirito di Dio, consolatore e santificante…

don Enrico