Uscire ed entrare

Exemple

Uscire ed entrare


Ogni tanto c’è qualcosa che sconvolge le nostre abitudini:
serpeggia la notizia che la fine di tutto è vicina
e i giornalisti ne fanno propaganda…
In realtà noi ci sentiamo sufficientemente vaccinati contro questi allarmismi,
e la vita, dopo i primi interrogativi, riprende il suo corso abituale…
Proprio, dice Gesù, come nei giorni di Noé e di Lot:
tutto prosegue normalmente: si mangia e si beve,
ci si sposa, si compra e si vende, si pianta, si raccoglie…
L’abitudine avvolge tutto e non si riesce a pensare a null’altro!
Ci si lascia avvolgere da una vita che nulla attende…

Gesù, invece, nell’annunciare la buona notizia dell’Evangelo,
propone una vita che si impegni a vivere nella tensione di un’attesa…
Nella memoria evangelica che Luca ci consegna oggi,
ci sono due verbi importanti riferiti a due grandi personaggi: Lot e Noé…
Lot uscì da Sodoma, deve uscire dalla città della violenza e della sopraffazione,
città dove lo straniero era oggetto di cupidigia e di violenza…
L’invito di Dio, ad uscire da logiche non evangeliche,
quelle che spesso imperano nel mondo in cui viviamo,
un mondo incapace di dialogo e di accoglienza,
dove tutto è misurato sul metro del profitto e del guadagno…
Noè entrò nell’arca, deve entrare in una realtà da lui costruita,
tra il disprezzo e la derisione dei suoi vicini…
L’invito ad entrare in un luogo di incertezza, seguendo uno strano invito di Dio,
tra il puzzo degli animali e l’incertezza del futuro…
Lot esce dalla condizione perduta del male e della morte,
mentre Noé entra nella salvezza…
Lot esce da una vita dove tutto è come una ruota che si ripete, e uguale ritorna…
Noè entra nella tensione, e nell’attenzione verso un evento sconosciuto…

Anche i discepoli di Gesù mangiano e bevono,
si sposano, comprano e vendono, piantano e raccolgono,
ma tutto quello che vivono e fanno
è sempre celebrazione e attesa dell’evento che attendono:
la gloria finale del Figlio dell’Uomo…

La glorificazione dell’umanità riposa nel mistero del Figlio di Dio
che è venuto per donare a tutti la paternità di Dio,
sottraendola al dominio del male e della morte…
Riusciremo a costruire un modo radicalmente nuovo e alternativo
di vivere, di sposarsi, di costruire, di comperare e di vendere?

don Enrico

error: Content is protected !!