Maggio, mese mariano. Iniziative di preghiera e nuove speranze

Exemple

Maggio, mese mariano. Iniziative di preghiera e nuove speranze


Il pensiero di poter tornare in Maggio a un po’ di normalità sembra trovare piccoli segnali di inizio. È beneaugurante l’invito dei vescovi che si riuniscono virtualmente questa sera a Caravaggio per una preghiera a Maria per l’Italia.


Raccogliendo la proposta e la sollecitazione di tanti fedeli, la Conferenza Episcopale Italiana
affida l’intero Paese alla protezione della Madre di Dio come segno di salvezza e di speranza.

 

Venerdì 1° Maggio, alle ore 21

Basilica di Santa Maria del Fonte presso Caravaggio

 Momento di preghiera condivisa rivolta a Maria

 

Continua a leggere:  <Scarica qui il testo della preghiera

 

Le dirette:  Tv2000 (canale 28), Chiesa Tv (canale 195), Radio Mater e in streaming sul Portale diocesano Chiesadimilano.it.

 


Per noi, parrocchiani della Passione, custodi di una intensa memoria della Madonna di Caravaggio, è una gioia particolare: la cappella dedicata, la sesta sul lato destro della basilica, accoglie l’antico affresco dell’apparizione (immagine in evidenza) e un meraviglioso paliotto bronzeo che ne narra la devozione.

 

Scopri di più:  <vai alla pagina dedicata all’affresco >
                     <vai alla pagina dedicata al paliotto>

 


Questa intensa vicinanza a Santa Maria di Caravaggio ci introduce anche alla ricorrenza di questo primo giorno del mese di Maggio.

Anticamente, quando giungeva la data del Calendimaggio, molti giovani avevano l’usanza di passare questo giorno a cantare la bellezza delle loro amate e a portare loro mazzi di fiori.

Presso il noviziato dei Frati Domenicani, i giovani novizi decisero di non essere da meno e, riferisce la cronaca dell’archivio, “essendo giunte le feste di maggio e sentendo noi il giorno avanti molti secolari che incominciava a cantar maggio e fare festa alle creature da loro amate, stabilimmo di volerlo cantare anche noi alla Santissima Vergine Maria….».

Da qui nacque, estesa in fretta in tutta la Chiesa, l’idea di dedicare il mese di Maggio ad una intensa preghiera a Maria, madre del Signore, “praticando la devozione mariana nei luoghi quotidiani, nell’ordinario, non necessariamente in chiesa, per santificare quel luogo e regolare le nostre azioni come fatte sotto gli occhi purissimi della Santissima Vergine (p. Annibale Dionisi,  1725).


Le invocazioni alla Madonna che papa Francesco ci consegna con la sua lettera di esortazione alla preghiera, ci potranno accompagnare quotidianamente <vai all’articolo>.

Ci auguriamo infine che qualche Rosario all’aperto si possa riuscire a pregarlo!

 

error: Content is protected !!