Io sono…

Exemple

Io sono…


Quando Mosè, nell’intimo incontro del roveto ardente,
aveva chiesto al Dio che gli parlava, di rivelargli il suo Nome,
Dio aveva risposto: Io sono…
Un nome inspiegabile, nome, ancora oggi, indicibile
per i nostri fratelli e sorelle maggiori, gli Ebrei
inscritto nel mistero del tetragramma JHWH…

Ma Gesù, tra i tanti doni che ci ha fatto, nel rivelare il Vangelo,
ci ha insegnato il modo di pronunciare l’impronunciabile,
donandoci, dopo la parola indicibile del mistero,
piccole parole che ne illuminano l’oscurità:
Io sono il pane della vita, Io sono la luce del mondo,
Io sono la porta delle pecore, Io sono la resurrezione e la vita,
Io sono la via, la verità e la vita, Io sono la vite…
Pane, luce, porta, vita, verità, vite:
espressioni nate dal vivere in una casa, in una famiglia, in un villaggio,
nella miriade di piccole occasioni di quotidianità…
Una quotidianità che, in questi giorni,
abbiamo imparato far diventare luogo di preghiera, di approfondimento,
di celebrazione: un tavolo, un lume e un’immagine, in casa e non in chiesa…
Una quotidianità che dice come il mistero non si affronta cercando di spiegarlo,
ma va penetrato vivendolo e, meglio, condividendolo…

Il dono di oggi è un nuovo Io sono: sono il pastore buono e bello,
parole che riassumono l’immagine di tutti i pastori
quelli donati da Dio al suo popolo, Mosè, Davide, i profeti,
ma anche l’immagine di Dio stesso,
invocato e lodato come Pastore di Israele da generazioni di credenti…

Gesù è il pastore, a lui appartiene la pienezza dell’essere pastore:
al di là di ogni tentazione, di quanti si definiscono pastori,
di porsi sopra Gesù e di pascere il gregge a proprio piacimento…
Nella denuncia del profeta Ezechiele, contro i i falsi pastori
che sfruttavano i doni del gregge per il proprio tornaconto personale,
ma soprattutto umiliavano le loro pecore facendone un gregge senza nome,
si dice che Dio stesso sarebbe intervenuto a restituire giusta dignità,
dignità di ogni persona dell’essere gregge di Dio…
Il Vangelo ci dice che quel tempo è compiuto:
Gesù è il vero pastore venuto a curare pecore ferite e malate
guidandole verso il futuro, verso una vita piena…

don Enrico

error: Content is protected !!