Un vaso di profumo prezioso

Exemple

Un vaso di profumo prezioso


Quasi sommessi, in punta di piedi, entriamo nella Settimana Santa,
la settimana della pasqua di Gesù, del suo passaggio da questo mondo al Padre…

L’Evangelo di Giovanni, sino al testo di oggi,
ci ha condotto attraverso le tappe del Libro dei Segni:
Cana con il vino buono e abbondante,
ancora Cana con la guarigione del figlio del funzionario del re,
Gerusalemme e la guarigione del paralitico alla piscina di Betsaida,
il monte sulla riva del lago di Tiberiade e la moltiplicazione dei pani e dei pesci,
di nuovo a Gerusalemme con la guarigione del cieco alla piscina di Sìloe,
poi a Betania con la resurrezione di Lazzaro:
segni che hano mostrato il potere di Gesù sul male e sulla morte,
ma che hanno creato tensione tra Gesù e le autorità religiose dell’epoca…
Diverse volte i potenti avevano cercato di ucciderlo,
così Gesù si vede obbligato a condurre una vita quasi clandestina,
perché poteva essere catturato in qualsiasi momento…

Quasi come un interludio che ci condurrà al Libro della Glorificazione,
che narra la Passione e la Pasqua di Gesù,
la Parola di oggi ci conduce, di nuovo, a Betania,
nella casa delle sue amiche Marta e Maria e di Lazzaro, loro fratello…
Gesù era ricercato dalle autorità che volevano ucciderlo,
e, pur sapendolo, Maria, Marta e Lazzaro lo ricevono nella loro casa
e gli offrono da mangiare…
Gesù era un ospite pericoloso, ma l’amore fa superare ogni paura…
Maria, sorella di Lazzaro, colei che aveva ascoltato immobile il parlare di Gesù,
durante il pasto, gli unge i piedi con un’abbondanza di profumo di nardo puro,
un profumo prezioso, anzi preziosissimo, che costava trecento denari…
Maria asciuga i piedi di Gesù con i suoi capelli
e tutta la casa si riempie di profumo…
Maria non parla durante questi gesti, agisce
e il suo agire, nel gesto pieno di simbolismo, parla da solo…
Maria padrona di casa si fa serva e, forse, insegna qualcosa a Gesù:
anche lui, il Maestro, tra qualche giorno ripeterà quel gesto nell’ultima cena…

Tra sei giorni il vaso del corpo di Gesù sarà spezzato
e ne uscirà il profumo di Dio, che si espanderà per il mondo intero…
Maria, come una primizia, è il frutto del vangelo:
rappresenta ogni donna, ogni uomo,
chiamato a rispondere all’amore con l’amore…
Per diventare come Dio, diffondendo ovunque il profumo dell’amore…

don Enrico

error: Content is protected !!