Il dramma della tentazione

Exemple

Il dramma della tentazione


Nel deserto si svolge un dramma:
l’antico dramma dell’Eden si ripresenta a Gesù,
indebolito dal digiuno durato quaranta giorni e quaranta notti…
Gesù aveva voluto privarsi dell’essenziale
e vivere, con l’antica esperienza del suo popolo,
la fiduciosa dipendenza dell’essere umano da Dio, datore di vita…

È in questo momento di affermazione del primato di Dio,
che il tentatore gli si accosta e propone tre insidie:
la tentazione del pane, la tentazione del tempio, la tentazione del potere…
Tre insidie che già il popolo ebraico aveva sperimentato nel deserto,
alle quali Dio aveva risposto con la manna, con l’acqua dalla roccia
e, infine, con il dono della terra…

Il tentatore propone a Gesù di diventare un messia orizzontale,
sullo sfondo delle attese e delle aspettative giudaiche,
mediante avvenimenti prodigiosi e miracolistici…
Ma Gesù comanda al demonio di riconoscere l’unico Dio
indicando la via della fedeltà al Padre,
l’unica, vera, strada per la realizzazione delle promesse di salvezza…

Il dramma si conclude con l’allontanamento del diavolo
e con la presenza degli angeli che si mettono a servizio del Figlio…

In realtà le tentazioni di Gesù fanno parte di ogni esperienza religiosa:
Figlio, se ti presenti per servire il Signore, prepàrati alla tentazione,
così ammoniva, nel Primo Testamento, il saggio Siracide…
Per questo, il racconto evangelico ci indica quello che sarà lo stile di vita di Gesù,
e ci manifesta quello stile con cui il credente vive nel mondo…
Anche noi, mossi dallo Spirito, ogni giorno entriamo nel deserto
e siamo posti davanti ad ogni tentazione da parte del Satana….
Il pane indica il bene economico che può trasformarsi in un idolo,
a cui sottomettere la nostra volontà…
Il pinnacolo del tempio è l’uso e la strumentalizzazione del sacro,
per controllare e sottomettere gli altri…
La proposta del potere sul monte altissimo, sovrastante i regni della terra
è l’espressione del dominio, anziché del servizio e della donazione agli altri…

È l’ora della prova a cui nessuno può sottrarsi:
e l’affrontiamo consapevoli, come Gesù, di dover maturare il nostro cuore…

don Enrico

error: Content is protected !!