Profeti e profezie

Exemple

Profeti e profezie


Luca unisce due antiche prescrizioni:
la purificazione della madre, prevista da Levitico, quaranta giorni dopo il parto
e la consacrazione dei primogeniti, prescritta in Esodo…
Se, nella scena evangelica, i protagonisti sembrano essere i genitori,
che presentano e offrono il figlio come si faceva con le vittime e i leviti,
vi è un altro protagonista, colto solo dalla profezia in Simeone e Anna,
che è Dio, che offre e presenta il Figlio per la salvezza del popolo…

Simeone e Anna, con i loro occhi, umanamente spenti dalla vecchiaia,
sono aperti al riconoscimento di un silenzioso avvenimento…
Sono, certamente, illuminati e mossi dello Spirito,
ma, in loro, si esprime una vita condotta con l’attesa più intensa e fiduciosa…

Simeone è tutto concentrato nell’attesa,
ed è un uomo che va incontro per accogliere:
è vissuto per arrivare a questo momento,
ma ora si sottrae, perché anche gli altri vedano la luce
e vedano la salvezza che arriva, per Israele e per le genti…

Anna, con la sua stessa età simbolica, legata al numero delle tribù di Israele,
con il suo modo di vivere tra digiuni e preghiere, guidata dallo Spirito,
e con la proclamazione a chi attendeva,
rivela una profezia, docile e purificata nel cuore…
Inoltre l’anziana profetessa, appartiene alla più piccola delle tribù, quella di Aser:
e il primo accogliere, da parte di Gesù, i più piccoli e i più fragili
quelli che saranno più disposti a riconoscere in Gesù il Salvatore…

Un uomo e una donna anziani, spalancati allo Spirito,
che diventano simbolo del giudaismo migliore,
della Gerusalemme fedele e mite, che attende e gioisce,
e che lascia, d’ora in poi, brillare la nuova luce…

Simeone, tuttavia, intuisce il dramma del suo popolo,
che sarà profondamente lacerato dalla parola, tagliente come spada, di Gesù:
Maria rappresenta il percorso di tutto il suo popolo…
Maria deve affidarsi, attraversando dolori e oscurità, lotte e silenzi angosciosi,
affrontando la storia di questo Figlio la cui Parola sarà lacerante per tutti…
Seguire la nuova luce del Vangelo destinata al mondo intero,
chiede sempre di affrontare scelte rischiose, di rinascere sempre di nuovo…
Simeone prende fra le braccia Gesù, perché la fede è incontro e abbraccio,
e Anna, si fa annunciatrice, e accende, in chi attendeva, una luce sfolgorante…

don Enrico

error: Content is protected !!