Rivelare il figlio, l’amato

Exemple

Rivelare il figlio, l’amato


Lo ricordiamo bambino, indifeso e bisognoso degli altri,
il bambino di cui Maria e Giuseppe si prendono cura…
Ora lo ritroviamo individuo adulto, pienamente consapevole della sua missione…

Per questo Gesù compie il percorso dalla Galilea al Giordano
cammino verso l’autocoscienza e la piena consapevolezza
della sua identità profonda e della sua missione…

Tuttavia, Gesù si scontra con la fatica di Giovanni il Battezzatore:
per l’austero e focoso profeta del deserto,
è inconcepibile che il Veniente, da lui annunciato come forte e vittorioso,
si possa unisca a questa gente che si era messe in cammino verso il Giordano
per chiedere il Battesimo…
Gli appare inconcepibile questa scelta di Gesù:
stare insieme ai peccatori e mostrare, in mezzo a quel mucchio di peccatori,
il volto del Padre…
La fatica di Giovanni – ammettiamolo – è, spesso, anche la nostra,
quando le vie di Dio ci fanno incontrare con la sua debolezza,
non solo quella del Natale, che abbiamo imparato a ricoprire di poesia,
ma soprattutto la debolezza della sua inermità di fronte al peccatore,
che lui sempre sceglie di non umiliare e condannare,
ma di accoglierlo e di amarlo,
perché ogni peccatore ha bisogno di incontrare l’amore di Dio…

Gesù invita Giovanni a lasciare: il profeta aveva già abbandonato tutto,
eppure deve compiere ancora uno sforzo:
deve lasciare la sua immagine del Messia, la sua idea di Dio…
Ancora, Gesù invita a portare a compimento la giustizia:
solo attraverso l’umiliazione volontaria di Gesù, in tutto simile agli umani,
si potrà manifestare la solidarietà di Dio con l’umanità,
abbracciata nella consapevolezza del peccato…
E questa giustizia è la piena e coerente realizzazione
del progetto salvifico di Dio per l’intera umanità…

Mi chiedo quanto noi, Chiesa chiamata a vivere la profezia,
sappiamo lasciare la nostra immagine di Dio,
per fare spazio all’accoglienza della sua Parola
e portare a compimento la giustizia…
Forse questo è un passo indietro da fare, perché, anche per mezzo nostro,
risuoni ancora la voce del Padre che rivela il suo amore
ed invita ad annunciare Gesù, il suo vero Figlio, l’Amato…

don Enrico

error: Content is protected !!