La povertà evangelica per Adriana Zarri: “essere liberi da tutto, a cominciare da noi stessi”. In Santa Maria della Passione un convegno sulla figura della teologa

Exemple

La povertà evangelica per Adriana Zarri: “essere liberi da tutto, a cominciare da noi stessi”. In Santa Maria della Passione un convegno sulla figura della teologa


Sabato 23 Novembre, dalle ore 9.30 alle ore 12, si terrà nella Sala Capitolare della basilica di Santa Maria della Passione un convegno, aperto a tutti, sulla figura di Adriana Zarri (1919-2010), teologa e importante testimone di fedeltà al Vangelo che si coniuga, in virtù di una verità che rende liberi, con la più schietta laicità.


Le sue parole:

«La povertà evangelica è soprattutto il distacco, non solo dal denaro, ma dal potere, dall’ambizione, da tutto. E quando mi si chiede qual è la massima evangelica che più mi interessa io dico sempre che è dove si dice “chi perde la propria vita la troverà”; quella è veramente la povertà, l’essere liberi da tutto, a cominciare da noi stessi».

«Credo che noi abbiamo un concetto molto intellettualistico della fede. La fede non è necessariamente credere nell’esistenza di Dio, nella divinità di Cristo, nella risurrezione, nei cosiddetti contenuti di fede. La fede è soprattutto un atteggiamento di ascolto, di disponibilità».

«Mi alzo alle sei del mattino, poi faccio colazione e recito le lodi. E così comincia la giornata. Durante il mattino dirigo un poco i lavori di campagna e in seguito faccio la liturgia nella chiesetta. A mezzogiorno pranzo. Il pomeriggio mi riposo un poco perché vado a letto tardissimo. Poi mi alzo, lavoro, vado a cena alle otto, poi mi distendo un poco e verso le dieci riprendo a lavorare, fino alle tre di notte. Ed è il periodo in cui faccio il lavoro più importante, più impegnativo perché durante il giorno tra lavori esterni, tra corrispondenza e articoli la giornata mi passa. E invece i lavori seri li sbrigo di notte»


Scopri di più, guarda i video dell’intervista del 2004 realizzata nel suo casolare:

Parte 1           

Parte 2

 

 

 

 

 


 

error: Content is protected !!