Una vita spezzata e versata

Exemple

Una vita spezzata e versata


Siamo così abituati ad ascoltare la proclamazione dei testi del Vangelo,
che, forse, è difficile intendere, la portata scandalosa delle parole di Gesù:
è scandalo che Dio abbia scelto come sua manifestazione definitiva,
e come rivelazione decisiva, l’umanità carnale e debole di Gesù,
un uomo riprovato dai potenti, un galileo che andava verso la morte…

Gesù annuncia il suo essere il pane vivente, disceso dal cielo,
pane da mangiare per vivere in eterno, pane che è la carne per la vita del mondo…
Un annuncio irricevibile agli occhi della sapienza umana,
annuncio su cui mormorare e discutere:
Come può costui darci la sua carne da mangiare?

Un mormorare che suscita in Gesù espressioni ancora più scandalose,
con parole dure e infastidenti: Se non mangiate la carne del Figlio dell’uomo
e non bevete il suo sangue, non avrete la vita eterna…
Ogni ebreo sapeva che, nella creazione, Dio aveva concesso agli umani
di cibarsi solo di vegetali e, solo dopo il diluvio,
Dio aveva tollerato le carni animali come nutrimento, alla precisa condizione:
non mangerete la carne con la sua vita, cioè con il suo sangue (Gen 9,4)…

Proprio per questo Gesù usa la metafora del cibo
per dire il dono della sua vita fatto per noi,
per dire il suo amore che si spinge fino alla morte e alla morte di croce,
per dire il suo desiderio di trasmetterci vita in abbondanza…
E, quindi, parla di se stesso come di un pane vivo
che proprio perché è consegnato a noi,
proprio perché è assimilato in noi,
diventa per noi vita, e vita capace di restare in eterno…

Gesù, venuto dal Padre, dà vita ad una comunione intima, profonda e forte,
una comunione che si può paragonare al pane nel corpo di chi lo mangia:
Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue dimora in me e io in lui…

Certamente queste parole sono un rimando all’eucaristia,
ma dicono anche il desiderio di Gesù
di entrare in una relazione profonda con ogni uomo,
per ciascuno come fonte di vita e di pienezza…
Chiamati a vivere dell’amore gratuito che ci viene offerto e donato,
lasciamo che il Signore delle nostre vite, fatto per noi cibo e bevanda,
trasformi noi tutti, rendendoci capaci, di vivere la vita come l’ha vissuta Gesù…
Una vita spezzata e versata per gli altri, per la salvezza del mondo…
don Enrico

error: Content is protected !!