Un Dio “nuovo”

Exemple

Un Dio “nuovo”


È così potente l’episodio che precede le parole evangeliche di oggi,
da riuscire ad illuminare, nella sua forza, tutto quello che segue…
È come se Gesù assumesse totalmente la responsabilità
di parlare di tutto quello che riguarda il mistero di Dio…
Per questo, afferma: Io sono la luce del mondo;
chi segue me non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita…

Gesù era appena intervenuto nella vicenda di una donna peccatrice,
e aveva proclamato fortemente il senso della salvezza cristiana:
l’azione salvifica di Dio, la sua misericordia infinita,
l’incontro nuziale con Lui, la vita nuova…
Quella donna era divenuta immagine meravigliosa della Chiesa
e della nuova economia della salvezza,
quella che siamo chiamati ad annunciare e a testimoniare alle nazioni
a partire dalla nostra realtà di peccatori graziati
e di risorti alla vita nuova nella misericordia divina…

Non solo è una vita nuova quella di cui parla Gesù,
ma, soprattutto, ci parla di un Dio nuovo,
assolutamente nuovo rispetto ad ogni concezione e rivelazione del divino…

Per questo la domanda, la provocazione, e la contestazione di Gesù
emergono in primo piano e diventano la suprema sfida…
E tutto si raccoglie sull’affermazione che Gesù è il Figlio di Dio, che Gesù è Dio…

È impossibile una testimonianza di Lui,
perché Gesù è il principio, la fonte di ogni testimonianza…
Quindi la fede in Lui, puro dono di Dio, si pone al principio di tutto!
Gesù solo sa da dove viene e dove va:
la sua relazione essenziale con il Padre è suprema testimonianza,
testimonianza che il Padre e il Figlio reciprocamente si rendono…

Forse la domanda dei giudei: Dov’è tuo Padre? vorrebbe essere ironica,
ma è del tutto recuperata dalla risposta di Gesù:
il Figlio ribadisce il carattere assolutamente unico
della relazione tra Lui e il Padre,
e non si può conoscere l’uno se non si conosce l’altro…
Così, noi siamo chiamati a conoscere Gesù per giungere a conoscere il Pa­dre,
conoscere per entrare nella comunio­ne che unisce il Padre e il Figlio…
Chiamati a conoscere la divinità di Gesù, per conoscere il Dio sempre “nuovo”,
da incontrare nel Vangelo, nelle Scritture, nel mistero dell’Eucaristia
che danno sempre visioni nuove alla nostra vita…

don Enrico