Finisce la festa?

Exemple

Finisce la festa?


Che bella festa abbiamo celebrato, Signore!
Sei nato, accolto da Maria e Giuseppe,
nel canto degli angeli e dei pastori,

adorato dai Magi venuti da lontano…
E ti abbiamo visto, sulle rive assolate del Giordano,
scendere tra i peccatori, più o meno pentiti,
per sottostare al rito di purificazione
ed essere riconosciuto Figlio dal Padre tuo,
e colmato di grazia dal gemito dello Spirito…
Ora che sei tra noi, Signore, non siamo più gente abbandonata…
Che bella festa con te, Signore!

Ora che sei venuto, ancora una volta, tra noi
sentiamo di essere il tuo piacere e il luogo della tua gioia…
Comprendiamo che hai preso dimora in noi, come uno sposo nella sposa,
che ci hai comunicato il tuo santo Spirito,
in molteplici modi, adatti a ciascuno di noi, e con varietà di doni…
Che tentazione, Signore, di adagiarci in questa festa
e pensare che tutto, ormai sia a posto…
Tentazione di dar per scontato la tua gioia,
magari fingendo di non ascoltare il grido e il gemito che viene da fuori:
dalla nave, abbandonata nei flutti, dove i sogni di libertà si infrangono,
dal marciapiede, dove la vita si consuma nella povertà e nell’emarginazione,
dal luogo dove ogni diversità viene colpevolizzata e combattuta,
dai tanti ambiti dove ci si lascia facilmente vincere dalla paura strumentalizzata…

Per questo, alle nostre feste, anche le più belle e le più preparate,
giunge inevitabilmente il momento in cui il vino finisce per mancare…
Noi tentiamo di ripiegare sull’acqua, magari fresca e limpida,
ma sentiamo subito la mancanza del sapore e dell’allegria…
E allora non ci rimane che invocare te:
perché tu solo puoi operare il cambiamento impossibile…
Tu solo puoi trasformare la nostra acqua, forse tersa, ma insipida,
nel vino saporito della gioia…
Perché, alle nostre quotidiane nozze, quelle dell’umanità e della grazia,
sei tu il vero sposo,
l’Atteso che unisce Dio e gli umani in un’alleanza eterna…
Così, alle nostre feste, solo tu, Gesù,
puoi offrirci il vino buono che riscalda il cuore,
il vino migliore che ripaga di tante fatiche e di tante ricerche,
il vino gustoso che conferisce uno slancio nuovo all’esistenza…

don Enrico

error: Content is protected !!