Increduli in cammino

Exemple

Increduli in cammino


Quasi per prepararci al termine dell’anno liturgico,
oggi leggiamo l’incontro finale di Gesù con gli Apostoli…

Sembra che gli apostoli avessero avuto la notizia della resurrezione,
quella portata dalle donne e da altri discepoli, ma non ne fossero convinti…
Ecco, quindi, il duro rimprovero rivolto loro da Gesù
per la loro incredulità e durezza di cuore,
perché non avevano creduto a quelli che lo avevano visto risuscitato…

Queste parole ci ricordano, ancora una volta,
la fragilità degli apostoli – che è poi anche la nostra –
nei confronti del mistero di Dio che essi devono annunciare…

Ci sconcerta che questa incredulità sia così enfatizzata,
in coloro che erano stati con Gesù sin dagli inizi del cammino del Vangelo,
ma stupisce ancor maggiormente il fatto che questo rimprovero severo
sia seguito dal solenne invio in missione di questi uomini di poca fede!

È a loro che Gesù dona l’invito:
Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura”:
un mandato forte ed universale affidato a questi poveri uomini!

Stupiscono anche i grandi segni, che non sono per gli annunciatori della Parola,
ma per coloro che crederanno, i semplici cristiani:
si preannuncia un’intera comunità di credenti
che daranno il segno della nuova creazione e della nuova storia…

Accompagna questa promessa, un conciso annuncio,
quello della Ascensione di Gesù alla destra di Dio:
è la promessa di una storia che ora è, in certo senso, in mano a noi…
Affidata alla nostra responsabilità e alla nostra fede e obbedienza,
ma anche, inevitabilmente, alla nostra fragilità…

Sappiamo, tuttavia, che il Signore non ci abbandona:
non si spaventa dei nostri limiti e non teme la fragilità della sua Chiesa…
Il testo ci congeda con l’immagine meravigliosa di questi uomini, poveri e fragili,
che partono con decisione per una missione del tutto superiore alle loro forze…
Così vuole il Signore che li manda…

Per questo, malgrado tutto, possiamo sperare che i segni prodigiosi siano in tutti:
in coloro che ci annunciano il Vangelo,
e anche in noi che, con poca fede, ma molta gioia, lo ascoltiamo
e desideriamo celebrarlo nella nostra piccola vita…

don Enrico

error: Content is protected !!