Per caso un samaritano passava…

Exemple

Per caso un samaritano passava…


Una parabola famosa, chi non l’ha mai ascoltata?…
O meglio: chi non ha mai pensato a quale dei tre personaggi assomigliarsi?…
Due uomini, di potere religioso e anche politico, che passano oltre
E un uomo, sconosciuto e straniero, che si fa prossimo…

Forse potremmo vedere nella parabola l’invito ad un impegno filantropico:
l’affermazione di una generale esigenza di solidarietà: quest’uomo è l’umanità!
Una umanità ferita, mezza morta,
che aspetta il coraggio di chi si fa vicino per fasciare, per prendersi cura…
E la parabola può quasi essere una concretizzazione dei due comandamenti…
Il sacerdote e il levita non vivono quella legge che pretendono di proclamare:
dando forse priorità al primo comandamento, dimenticando il secondo…
Il testo quindi parla da solo: la legge del Signore non è sopra le nostre forze…
Non è necessario cercarla lontano da noi, nelle altezze o di là dal mare…
La legge è là, sul bordo del cammino, senza restare estranea alla vita…
Così la parola di Dio è nei nostri cuori affinché la mettiamo in pratica:
lo vide e ne ebbe compassione,
gli andò vicino, versò olio e vino sulle sue ferite e gliele fasciò…
Gesti semplici, che hanno tradotto in vita ciò che è scritto nella legge
ed è ciò che dobbiamo realizzare ogni giorno,
nelle situazioni in cui ci troviamo,
se vogliamo mettere in pratica il comandamento: tu amerai…

Ma questa parabola trova un’altra pienezza:
quella del Cristo vivente in quest’uomo…

Questo ferito della strada di Gerico è stato creato da Gesù, esiste in Gesù…
Non è solo una semplice fraternità umana che ci collega allo straniero,
al ferito della vita, a chi domanda asilo, a chi è solo nel mondo turbinoso…

È il Gesù che ci unisce a ciascuno di loro:
in ognuno di loro Gesù deve avere in tutto il primato,
come il Samaritano che non si accontenta di alcuni momenti,
perché, dopo il primo soccorso, va più lontano: quando io ritornerò…

A noi l’impegno di aiutare ogni essere umano incontrato sul nostro cammino…
Per ritrovare il senso della domanda: cosa devo fare per avere la vita eterna?
conoscendo ormai la risposta:
Prenditi cura di lui, anche tu, comportati allo stesso modo…

don Enrico

error: Content is protected !!