15 Agosto. La festa dell’Assunta a Milano

Exemple

15 Agosto. La festa dell’Assunta a Milano


La festa di Maria in cielo, sancita dogmaticamente il 1° novembre 1950 da Pio XII, è molto cara ai milanesi; da sempre, ben prima di quella data.
Le testimonianze più belle? Sono tante, sparse un po’ dovunque nella città. Ma almeno due ci interessano oggi e sono quelle collocate una dopo l’altra nelle chiese della zona di Porta Vigentina, porta succursale di quella più nota, la Romana. Il Vigentino un tempo era un comune autonomo e rimase tale fino al 1923; il suo nome deriva dal latino “viginti” che significa “venti” e ricorda la distanza fra il piccolo borgo e la città di Pavia. Il quartiere ha il suo cuore attorno alla chiesa dell’Assunta, ricca di opere notevoli del ‘600. Ma se lasciamo il quartiere per dirigerci verso il centro di Milano, incontriamo un’altra chiesa mariana proprio in corso di Porta Vigentina: il nome è bellissimo “S. Maria al Paradiso”!
Nel soffitto, a metà della navata centrale, un bell’affresco seicentesco rappresenta Maria Assunta.
L’area dei Santi Profeti, la nostra, ha un legame speciale con questa chiesa: in essa si conserva la preziosa pietra custodita nella nostra basilica di san Dionigi fino alla sua demolizione. È il ricordo della predicazione di san Barnaba che secondo un’antica tradizione, portò il vangelo a Milano e piantò il simbolo della croce in quella pietra.


Proviamo a chiederci: perché Milano a cominciare dalla guglia più alta del Duomo dedica tanto onore a Maria? Verrebbe da rispondere: la città industre e iperattiva, avverte un forte bisogno di cielo senza del quale non si trova casa e pace. Possiamo vederlo così il Ferragosto di quest’anno?


error: Content is protected !!