Uomo e donna

Exemple

Uomo e donna


E il Signore Dio disse: “Non è bene che l’uomo sia solo…
È davvero strano che Dio veda l’essere umano come solo,

perché l’adamah – il terrestre – in realtà non è solo: c’è Dio con lui…

Con l’adamah c’è il Dio che ha ordinato cose meravigliose per creare un giardino,
il Dio che è aiuto e protezione, che gli affida il compito di custodire e coltivare,
che passeggia con lui alla brezza della sera…


In realtà questa tenerezza che Dio usa verso Adamo,

è una rivelazione splendida dell’essenza del Creatore:
non è bene che l’uomo sia solo,
perché l’adamah è fatto a immagine e somiglianza di Dio,
e la comunione dell’amore, della Trinità d’amore, ne è il tratto essenziale…
Ecco che, sin dall’inizio, Dio dice sull’umanità intera questa parola,
una parola importante contro la solitudine e per la comunione…

Perché l’adamah non resti solo, e necessario che Dio parli ancora:
Voglio fargli un aiuto…

Povero il pensiero umano che è riuscito a pensare alla la donna come ad un aiuto,
visto spesso come inferiore all’uomo per onore e dignità…

È facile dimenticare che Dio la pensa come un aiuto che gli sia simile

Ma la prima parola di Adamo, quando vede la donna è meravigliosa:
Essa è carne della mia carne, e osso delle mia ossa,

è come me, non è altro, non è meno…
L’uomo e la donna sono degni dello stesso onore perché entrambi creati da Dio: non si tratta solo di una parità legale o biologica,
è piuttosto l’affermazione che, stando di fronte l’uno all’altra,
l’uomo e la donna si rivolgono le stesse parole e diventano unità d’amore…
Per questo, nella parola nuova del Vangelo, Gesù riconferma la parola antica:
L’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie
e i due diventeranno una carne sola…

Una carne sola, perché anche la consegna all’uomo di tutte le creature, alle quali, come un vero sapiente, partecipe della sapienza di Dio,
è capace di dare il nome,
non può soddisfare l’esigenza di quell’aiuto che gli sia simile:
questo potrà essere solo una donna, tratta dall’uomo…

E l’uomo riconosce con gioia che questa creatura
è veramente quella che sola lo fa essere quello che egli è:
l’immagine di Dio!

don Enrico

error: Content is protected !!