Donne di vangelo

Donne di vangelo


L’evangelista Luca è l’unico a presentarci un gruppo numeroso di donne:
donne che seguono Gesù – dice anche tre nomi, Maria, Giovanna e Susanna –
e fanno parte della compagine che accompagna e segue Gesù
nel suo andare predicando per città e villaggi della Galilea…

Anche se, spesso, nei Vangeli, le donne sono presentate in modo inferiore
– malate, bisognose, peccatrici, sottomesse –
Gesù, che non sembra distanziarsi dalla cultura del suo tempo,
fa un passo avanti concreto e deciso:
si ferma a discutere con la samaritana,
si lascia toccare dall’emorroissa,
accoglie una lezione importante dalla donna pagana siro-fenicia…
Chissà! forse anche la donna che oggi, in casa di Simone,
si prende cura dei piedi di Gesù, poi sarà stata accolta in quel gruppo…
Mi piace pensare a queste donne:
nelle prime comunità cristiane erano ricordate con stima,
il loro ruolo è rimasto scolpito nella memoria,
al punto tale da conquistarsi una pagina di Vangelo…

Ed anche in questo, Gesù si rivela un uomo in cammino:
un cammino deciso e inarrestabile,
un cammino fermato dagli uomini del potere e della paura,
un cammino che ha lasciato spazio al cammino della Chiesa e della società…
Tocca a noi, oggi, fare nuovi passi avanti,
perché le donne abbiano una sempre maggior stima e riconoscenza…

Un passo davvero nuovo e decisivo, potrebbe farci compiere la donna di oggi:
sconosciuta nel nome, ma ben conosciuta nel peccato!
Donna che il Vangelo lascia sconosciuta – anonima peccatrice –
mentre ci dà, con precisione, il nome dell’ospite: Simone, il fariseo…
I suoi gesti incantano: stare dietro… piangere… bagnare di lacrime…
asciugare con i capelli… baciare… cospargere di profumo…
Son solo gesti: perché la donna non dice parola,
il silenzio parla attraverso i gesti, i gesti dell’amore…

Il passo nuovo e decisivo, che la donna del Vangelo di oggi ci insegna,
è il coraggio del silenzio e, insieme, il coraggio dei gesti…

Ogni domenica giunge dopo una difficile settimana:
grida, parole di fuoco, che feriscono e insultano, sdottorano sui drammi
Pochi hanno il coraggio della preghiera nel silenzio,
per compiere soltanto i gesti che dicono e costruiscono amore…

don Enrico