Giorno dopo giorno…

Exemple

Giorno dopo giorno…


Era un giorno tranquillo, come tutti gli altri,
e nessuno si aspettava che succedesse qualcosa di strano…
Ma Gesù scelse proprio quel giorno, comune e tranquillo,
per dare un volto di novità alla tranquilla quotidianità…
Così, in groppa ad un asinello, entrò in città: e fu tripudio di gioia!

Capita anche a noi: c’è una specie di polvere
che si deposita sulle cose della vita: giorno dopo giorno…
Ed è come se tutto si impolverasse un po’…

Giorno dopo giorno la vita scorre; quasi come un fiume,
attraversando le stesse rive, osservando i medesimi volti, le stesse case,
attraversando un rivo sempre uguale…

Giorno dopo giorno il grigiore sembra insinuarsi nelle cose più luminose,
nei momenti più belli
e, in ogni angolo della vita, si accumulano scontentezze, limiti, paure…

Giorno dopo giorno la fatica e la disillusione
sembrando sgretolare e corrodere, a poco a poco,
anche gli entusiasmi più decisi, i propositi e gli impegni più sicuri…

Giorno dopo giorno sembra che riusciamo ad assuefarci anche al male,
ed è falso che non ci colpisca più, anzi:
forse non ne crediamo più possibile la sconfitta,
e la vittoria del bene appare sempre più improbabile!

Per questo ogni anno il tempo di Avvento è una grazia:
è grazia leggere una Parola quasi pasquale,
per ricordare l’ingresso gioioso di Gesù, nella tranquilla Gerusalemme:
uno scossone che desta dal torpore,
una parola che annulla i mutismi diventati abitudine,
una proposta nuova che dà un vigore sconosciuto per andare avanti…

Ed allora, coraggio, acclamiamo e corriamo incontro a Gesù:
non con gli occhi bendati,
non con la paura di nuove ferite,
non con le spalle curve…

Corriamo con Gesù, in rinnovata novità di vita,
protesi, con decisione e gioia, verso il giorno pieno di luce:
quello in cui tu, Signore Gesù, ritornerai!

don Enrico