Scrutare le scritture…

Scrutare le scritture…


La Parola di Dio, nel Vangelo oggi ci propone il tema della testimonianza:
e vari sono i testimoni enumerati dall’evangelista…

Testimone è Giovanni il Battista che, con la sua voce forte e coraggiosa,
indica Gesù presente in mezzo a noi…
Pur dicendo che Io non ricevo testimonianza da un uomo,
l’insegnamento di Gesù riprende il tema della testimonianza del Battista:
Gesù riafferma il valore dell’operato di Giovanni,
e lo vede come logica conclusione del cammino di Israele…

Giovanni aveva indicato Gesù,
come l’Agnello di Dio presente in mezzo al suo popolo,
e, così, il Battista porta a pienezza una storia di luce:
quella luce che Dio ha fatto risplendere per Israele nel corso del tempo…
Giovanni è lampada che arde e risplende,
ma quanto è difficile rallegrarsi a quella sua luce,
accesa per la loro salvezza…

Ed ecco, allora, affacciarsi altri testimoni…

Sono le opere che Gesù compie a dare testimonianza,
soprattutto perché non sono opere di Gesù stesso,
ma sono le opere che il Padre mi ha dato da compiere
Così ci viene rivelato che Gesù non viene per una sua impresa,
ma perché il Padre lo ha mandato…

Inoltre, è il Padre stesso ad essere testimone:
il Padre che mi ha mandato, ha dato testimonianza di me
Testimonianza che parte dalla sua voce,
che essi non hanno ascoltato,
e prosegue con il suo volto, che non hanno mai visto,
per giungere alla sua parola che non rimane in loro…

Quest’ultima testimonianza dovrebbe essere custodita nel cuore della nostra fede:
una testimonianza vera e preziosa,
che ognuno è chiamato a custodire e meditare…
Ma anche le Scritture si illuminano e illuminano
solo per chi vuole venire a Lui per avere vita:
custodire le Scritture e farne modello di vita
è prendere decisione per vivere di Gesù e con Gesù!

don Enrico