Missione pasquale

Missione pasquale


La Parola che oggi ci è donata è di assoluta bellezza:
sono i versetti che condensano l’insegnamento sulla Parola proclamata da Gesù e contenuta nelle Scritture,
adempiuta nella sua Pasqua e affidata ai testimoni per la predicazione, consegnata con il dono dello Spirito Santo
e portata da Gerusalemme sino ai confini della terra…

Una Parola che è raccolta nell’evento pasquale:
la Passione e la Risurrezione di Gesù!

Ed è Pasqua, nella Parola che fa balenare per noi tutti
un personalissimo evento pasquale:
perché Gesù apre, ai suoi, la mente all’intelligenza delle Scritture,
quasi che, dopo aver aperto il suo sepolcro,
Gesù aprisse anche i sepolcri delle loro menti,
ed essi – e noi con loro – potessero risorgere da ogni prigionia mentale e spirituale
per cogliere e raccogliere l’annuncio pasquale di Gesù…

Ed è ancora Pasqua, comprendere il “compiersi” delle cose scritte:
perché è come se tutte le Scritture, in certo senso, morissero,

per risorgere alla nuova pienezza,
quella del loro significato risorto
e quella della loro potenza di annuncio e di salvezza
quando si compiono in Gesù…

Ed è nuovamente Pasqua l’annuncio della conversione per il perdono dei peccati:
perché è l’annuncio della morte e della risurrezione
operata in coloro che quelle parole ascolteranno e accoglieranno…

E sarà pure Pasqua il dono di quello che il Padre mio ha promesso,
cioè lo Spirito Santo, che è affidamento della Pasqua di Gesù
al cuore e alla vita di quanti, come discepoli, ne saranno testimoni…

Sarà sempre Pasqua il partire per la missione: proclamare il vangelo a tutti i popoli

per invitarli a condividere la fede e la conversione…
L’impresa missionaria che non smette di apparire sovrumana,
nonostante l’efficienza e l’organizzazione della Chiesa:
ecco perché appare necessario il continuo dono dello Spirito
che ci riveste di forza dall’alto, ci infonde coraggio e dinamismo,
per rendere capace la nostra pochezza di proclamare la resurrezione di Gesù,
e la bellezza del suo Vangelo…

don Enrico