SS. Trinità
L’uomo è icona della Trinità (“facciamo l’uomo a nostra immagine e somiglianza”) e pertanto, per quel che riguarda l’amore, è chiamato a riprodurre la sorgività pura del Padre, l’accoglienza radicale del Figlio, la libertà diffusiva dello Spirito. (+ don Tonino Bello)

ULTIMO AGGIORNAMENTO: 13.06.2021

 

Le comunità parrocchiali ogni anno aprono le porte degli oratori per il GREST, per esteso Gruppi Estivi. Il titolo 2021 è “Hurrà”: un’esplosione di gioia per il potersi ritrovare dopo le chiusure dovute al Covid. Così dal 9 al 18…

 

Si sono conclusi per l’anno 2020/21 gli incontri biblici del lunedì mattina in San Pietro in Gessate e del giovedì sera in San Babila. La lettura dei testi profetici svolta da don Enrico riprenderà nella nuova stagione con l’accostamento della…

 

Abbiamo iniziato, dopo la celebrazione della Pentecoste, un tempo liturgico che è tipico della nostra tradizione ambrosiana, che si differenzia nettamente da quella romana. Infatti, nel rito romano, il tempo dopo la Pentecoste è denominato “tempo durante l’anno” (o tempo…

Celebriamo insieme la terza Domenica dopo Pentecoste

 

“Non è bene che l’uomo sia solo”; lo afferma il Signore come se dovesse perfezionare la sua invenzione creatrice.
Siamo fatti per la comunione.
La Parola di Dio mostra il modello di relazione: come Lui ha amato noi, è lo stile di ogni rapporto interpersonale.
La storia biblica ci racconta il legame di Jahvè con il suo popolo: sposo, sposa! Il matrimonio ne è il sacramento.
Ma c’è un ostacolo che mette tutto in discussione: è detto “durezza di cuore”.

SS. Trinità
L’uomo è icona della Trinità (“facciamo l’uomo a nostra immagine e somiglianza”) e pertanto, per quel che riguarda l’amore, è chiamato a riprodurre la sorgività pura del Padre, l’accoglienza radicale del Figlio, la libertà diffusiva dello Spirito. (+ don Tonino Bello)
 

Le comunità parrocchiali ogni anno aprono le porte degli oratori per il GREST, per esteso Gruppi Estivi. Il titolo 2021 è “Hurrà”: un’esplosione di gioia per il potersi ritrovare dopo le chiusure dovute al Covid. Così dal 9 al 18…

 

Si sono conclusi per l’anno 2020/21 gli incontri biblici del lunedì mattina in San Pietro in Gessate e del giovedì sera in San Babila. La lettura dei testi profetici svolta da don Enrico riprenderà nella nuova stagione con l’accostamento della…

 

Abbiamo iniziato, dopo la celebrazione della Pentecoste, un tempo liturgico che è tipico della nostra tradizione ambrosiana, che si differenzia nettamente da quella romana. Infatti, nel rito romano, il tempo dopo la Pentecoste è denominato “tempo durante l’anno” (o tempo…

SS. Trinità
L’uomo è icona della Trinità (“facciamo l’uomo a nostra immagine e somiglianza”) e pertanto, per quel che riguarda l’amore, è chiamato a riprodurre la sorgività pura del Padre, l’accoglienza radicale del Figlio, la libertà diffusiva dello Spirito. (+ don Tonino Bello)
 

Le comunità parrocchiali ogni anno aprono le porte degli oratori per il GREST, per esteso Gruppi Estivi. Il titolo 2021 è “Hurrà”: un’esplosione di gioia per il potersi ritrovare dopo le chiusure dovute al Covid. Così dal 9 al 18…

 

Si sono conclusi per l’anno 2020/21 gli incontri biblici del lunedì mattina in San Pietro in Gessate e del giovedì sera in San Babila. La lettura dei testi profetici svolta da don Enrico riprenderà nella nuova stagione con l’accostamento della…

Celebriamo insieme la terza Domenica dopo Pentecoste

“Non è bene che l’uomo sia solo”; lo afferma il Signore come se dovesse perfezionare la sua invenzione creatrice. Siamo fatti per la comunione. La Parola di Dio mostra il modello di relazione: come Lui ha amato noi, è lo stile di ogni rapporto interpersonale. La storia biblica ci racconta il legame di Jahvè con il suo popolo: sposo, sposa! Il matrimonio ne è il sacramento. Ma c’è un ostacolo che mette tutto in discussione: è detto “durezza di cuore”.

SS. Trinità
L’uomo è icona della Trinità (“facciamo l’uomo a nostra immagine e somiglianza”) e pertanto, per quel che riguarda l’amore, è chiamato a riprodurre la sorgività pura del Padre, l’accoglienza radicale del Figlio, la libertà diffusiva dello Spirito. (+ don Tonino Bello)