L'ORATORIO

immagine-in-evidenza_-oratorio

Il 16 ottobre 2011, con la fondazione della Comunità Pastorale Santi Profeti,  si è creata una nuova prospettiva anche nell’organizzazione delle attività per i ragazzi.

Le tre parrocchie di San Babila, San Francesco di Paola e Santa Maria della Passione stringono una nuova alleanza per quella che si pone sempre come un’ “emergenza educativa”: un unico oratorio che viene dedicato al beato Pier Giorgio Frassati, dislocato in due sedi, quella di Santa Maria della Passione in via Bellini 2, e quella di San Francesco di Paola in via Montenapoleone 22.

Le linee guida che hanno caratterizzato, fin dall’inizio, la nuova vita dell’oratorio, si possono sintetizzare così:

  • dal punto di vista educativo, nella volontà constante di mantenere una realtà che si ponga come una palestra di vita comunitaria per i ragazzi, animata da valori umani e spirituali forti e cristiani
  • dal punto di vista pratico-organizzativo, nel focalizzare i momenti di catechesi e creare delle iniziative precise, circoscritte e pubblicizzate con un adeguato anticipo

Oggi, dopo cinque anni, l’oratorio è cresciuto, qualcuno dei “giovani fondatori” è entrato nel mondo del lavoro ed ora accompagna più discretamente il cammino, qualcuno tra i nuovi giovani si sta preparando ad assumere una responsabilità educativa.

Queste le nuove prospettive, che sempre più tendono a rispecchiare l’intensa esperienza di Pier Giorgio Frassati al quale l’oratorio è dedicato:

  • Un oratorio “cantiere per il futuro”: dove a ciascun ragazzo è chiesto di immaginare il suo futuro e il futuro del mondo e concretamente di iniziare ad edificarlo
  • Un oratorio che si apre al “tempo della gratuità”: dove le persone si mettono a disposizione le une delle altre, dove il tempo non è denaro, ma una dimensione esistenziale che accoglie un’esperienza primaria: l’incontro con l’Altro.

Dove siamo

  • Santa Maria della Passione,
    via Bellini 2
  • San Francesco di Paola,
    via Montenapoleone 22

Contatti

roberta.casoli@ausiliariediocesane.it

Sempre, all’inizio di un anno pastorale, preparando l’oratorio e il cuore all’arrivo dei ragazzi, mi capita di pensare a quel granello di senape del Vangelo, che è il più piccolo tra tutti i semi ….

Sembra un luogo così insignificante il nostro oratorio nella grande città!  eppure nel corso dell’anno lo vedo crescere fino a diventare un grande albero, con le radici ben piantate per terra e con grandi rami, dove gli uccelli vengono a fare il nido… Tanti volti trovano casa, riconoscono il loro stesso volto, magari trascorrendo solo poche ore tra questi rami!”

Roberta Casoli – ausiliaria diocesana

GALLERY

Questo slideshow richiede JavaScript.

error: Content is protected !!