Ancora con loro… il Vivente!

Ancora con loro… il Vivente!


Tutto è iniziato umilmente: genitori modesti, una educazione normale,
una famiglia come le altre, un piccolo villaggio, trent’anni di vita tranquilla…

e una somma di pregiudizi: Cosa può venire di buono da Nazaret? (Giovanni 1, 46)

Poi, dopo il lungo silenzio, un annuncio, una notizia buona, il Vangelo!

Parole inattese, per trasmettere un messaggio senza tempo…
Parole di luce, al punto che la notte del mondo è divenuta chiara come il sole…
Parole che rivelano Dio al piccolo, al povero…
Parole per gli adulti che hanno ascoltato come i bambini…
Parole che hanno saputo sfidare e minare le certezze di tempo e tradizioni…
Parole divenute gesti di liberazione, azioni che spalancano un nuovo futuro…

Straordinario davvero, questo uomo, Gesù di Nazaret, figlio di Maria!
Straordinario il messaggio, profetico e colmo di promessa…
Straordinari i suoi rapporti con gli altri…
Straordinaria la sua morte: una morte portatrice di fertilità e di vita…
Una morte che è diventata dono: dove l’umanità intera ha ricevuto la vita…

Una umanità che, lentamente, ha compreso la sua continua presenza:
ogni giorno sono con voi, fino alla fine del mondo! (Matteo 28, 20)
Nonostante l’inevitabile situazione di delusione e sconcerto,
i suoi seguaci hanno capito che Lui era sempre accanto a loro,
a condividere il cammino, a spiegare le antiche parole di Dio,
a portare a compimento ogni attesa, a realizzare anche l’inatteso,
ad accendere cuori e rischiarare la sera che scende!

E tutto questo, attraverso il suo Spirito: continua presenza in mezzo a noi!

Il suo Spirito: viva presenza e ispirazione creatrice!
Se oggi i cristiani sono fedeli alle sue parole, è per la presenza dello Spirito…
Una fedeltà che non è ripetere meccanicamente il suo messaggio:
lo Spirito risveglia le parole e i gesti del Maestro, le ricrea nell’intimo,
incendia gli animi più ritrosi e timidi, rende ardenti di carità i cuori egoisti,
colma ogni sete, e, insieme, suscita sempre una nuova sete del Regno…

Nei giorni di felicità, e nei giorni difficili,
i cristiani sono chiamati a rendere conto della speranza che li abita…
Sostenuti e guidati dallo Spirito, camminano lungo le strade del loro Maestro,
percorrono le visibili strade del mondo
portando in esse la presenza gioiosa dell’Invisibile…
E sanno di non essere soli: Gesù di Nazaret è ancora con loro, il Vivente!

don Enrico

error: Content is protected !!