Il coraggio di entrare…

Il coraggio di entrare…


Mio padre ha dimenticato tutto,
ed è corso incontro al figlio, l’ha abbracciato ed ha cominciato a fare festa…
Mio fratello ha buttato via, in poco tempo, metà del nostro patrimonio… Mio fratello ha sbattuto la porta di casa, in faccia a tutti noi…
 Mio fratello ha fatto perdere la faccia a tutta la nostra famiglia…
 E mio padre dimentica tutto: in un batter d’occhio!
Corre incontro e non rinfaccia nulla, non parla di sbagli, errori, peccati, abbraccia e fa festa!
Certo, mio fratello è stato lì, immobile davanti a lui,
non aveva il coraggio di alzare gli occhi,
non guardava e non accennava neppure ad un sorriso,
non aveva più lo sguardo del bambino degli anni dell’innocenza…
Credeva, mio fratello, di poter conquistare il mondo stando lontano da noi, ma ora tra le mani si ritrova soltanto vento…
Credeva di affermare la sua libertà, ed ha imparato duramente: lontano da noi si cade con la faccia a terra e si mangia la polvere, perché nessuno ti regala il cibo che, qui, è abbondante per tutti…
Era convinto, mio fratello, di poter essere finalmente felice,
felice stando lontano, senza obblighi e regole,
e ritorna distrutto, e comprende di aver perso ogni diritto di chiamarsi “figlio”…
Vorrei gridare, a mio fratello, male parole,
vorrei rinfacciargli il dolore che ha fatto nascere in tutti noi,
vorrei insultarlo, e dirgli che lui non significa più niente, per tutti noi…
Invece, mio padre mi precede e corre incontro a mio fratello, lo avvolge di tenerezza, lo veste di nuovo e lo consola,
e prepara la grande festa di benvenuto…
Brontolo duramente con mio padre:
voglio andarmene via e non entrare nella sala della festa,
mi dà fastidio questa misericordia, questo dimenticare sgarberie e fughe…
Mio padre, ancora una volta, viene incontro a un figlio:
questa volta viene incontro a me, a me che voglio stare fuori…
Mio padre non vuol lasciarmi annegare nel rancore e nella tristezza… Mio padre perdona la mia durezza e mi invita ad entrare…
Mio padre ha cercato anche me, mi è venuto incontro,
mi dice che è preziosa la mia presenza… Avrò il coraggio di entrare?

don Enrico

error: Content is protected !!